Ferrara, due decessi e un ricovero in terapia intensiva nelle ultime 24 ore

Trentadue nuovi positivi al coronavirus in provincia. In Emilia Romagna si contano 522 nuovi casi in più rispetto a ieri

FERRARA. Due decessi e un ricovero in terapia intensiva nelle ultime 24 ore in provincia di Ferrara. Le vittime sono un ferrarese di 90 anni e una centese di 100 anni, entrambi con malattie pregresse e concomitanti; erano ricoverati nel reparto Covid all'ospedale Sant'Anna di Cona. Secondo il bollettino sanitario diramato alle 18 i nuovi positivi sono 32 (2 a Cento, 1 a Codigoro, 1 a Comacchio, 16 a Ferrara, 2 a Fiscaglia, 4 a Lagosanto, 3 a Masi Torello, 2 a Mesola e 1 a Terre del Reno). Le persone ricoverate sono 10, una di queste in terapia intensiva. In 17 sono state messe in isolamento domiciliare, zero sotto sorveglianza telefonica e 92, invece, sono uscite da isolamento e sorveglianza. Non ci sono persone risultate clinicamente guarite (doppio tampone) nelle ultime 24 ore.

IN REGIONE

Sono 552 i nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna, su circa 8mila tamponi di cui si è avuto l'esito nelle ultime 24 ore. Sono 70 i pazienti in terapia intensiva (tre in più rispetto a ieri) e 481 quelli ricoverati negli altri reparti Covid, 42 in più. Il Covid-19 miete altre tre vittime, pazienti ultranovantenni: una donna di 100 anni e un uomo di 90 a Ferrara e un'anziana di 93 anni a Bologna. L'età media dei nuovi contagiati è di 46 anni. Dei 552 nuovi casi 256 sono asintomatici. Per 97 casi è in corso la verifica sul motivo del tampone. La provincia con più contagi è quella di Bologna (145), a seguire Modena (84), Rimini (74), Ravenna (53), Reggio Emilia (51), il territorio di Forlì (38), Ferrara (32), Piacenza (29), Parma (16), l'area di Cesena (15) e quella di Imola (15).

La guida allo shopping del Gruppo Gedi