Ferrara, calcio e basket avanti tutta. Rimane il rebus dei tornei provinciali

La Figc attende oggi indicazioni sicure per i campionati minori. Il volley c’è, Fortini: abbiamo sempre rispettato i protocolli

FERRARA. Calcio regionale e pallavolo di casa nostra vanno avanti, basket e calcio provinciale aspettano riunioni ulteriori per avere ancora di più chiarezza di idee. Dopo il nuovo Dpcm, lo sport non subisce clamorosi ribaltoni.

CALCIO REGIONALE

«Tutto il calcio regionale è stato salvaguardato – dice Paolo Braiati, presidente della Figc regionale –. Adesso cercheremo di lavorare per portare dentro pure il calcio provinciale. Dall’Eccellenza alla Seconda Categoria si potrà continuare a giocare, pur con tutte le difficoltà che abbiamo e che non sono poche. A livello di allenamenti e partite cambia nulla rispetto a prima del Dpcm, anche per gli spettatori resta tutto invariato, con il 15% della capienza degli impianti a disposizione del pubblico. I campionati dilettantistici e giovanili regionali vanno avanti. Da quello che mi aspettavo, devo dire che sono abbastanza contento. Fra un mese vedremo che cosa capiterà, adesso è davvero dura, le società stanno facendo dei salti mortali».

CALCIO PROVINCIALE

A livello provinciale, qual è la situazione? A rispondere è Giovanni Aretusi, presidente del Comitato di Ferrara: «Sto aspettando un comunicato ufficiale del Crer di Bologna; è logico che noi siamo legati a questo. In Regione stanno lavorando per portare dentro la Terza Categoria e gli Juniores. Siamo in attesa, domani (oggi per chi legge; ndr) dovremmo saperne di più».

IL BASKET

Anche il basket “minore” di casa nostra è in attesa di buone nuove, dalla C Gold in giù. «Mercoledì (domani; ndr) avremo maggiori notizie in merito – dice il delegato Fip provinciale Giorgio Bianchi –, ci sarà un apposito incontro presso la Fip Crer a Bologna. Siamo in attesa di come comportarci, con gli allenamenti prima che con le partite. Abbiamo pure un corso allievi allenatori che dovrebbe partire».

IL VOLLEY

Il mondo della pallavolo provinciale si è trovato a dover affrontare un dilemma: “esserci o non esserci”? Il presidente territoriale Alessandro Fortini ha deciso per l’opzione meno facile: “esserci” : «Innanzitutto mi permetto di dire che il presidente del Consiglio Conte non ha rimarcato bene la questione dei protocolli sempre rispettati fin qui dalla pallavolo. Quelli, per intenderci, che hanno consentito ai comuni di ridare gli impianti alle società sportive. Peccato, ci siamo impegnati parecchio: abbiamo battagliato almeno un mese per le palestre e ora ci dice che in una settimana dobbiamo metterci in riga». Ecco, gli allenamenti e i campionati provinciali: tutto fermo? «La Fipav ha dato un segnale: si va avanti. I campionati giovanili dall’under 13 all’under 19 si svolgono inizialmente su base provinciale, poi si evolvono in fasi regionali e nazionali: l’organizzazione è a carattere nazionale. Stessa cosa per i campionati provinciali di Prima e Seconda Divisione: sono campionati regionali di primo livello. È un’interpretazione estensiva data dalla Fipav, i campionati provinciali si faranno per quel che ne sappiamo oggi».

Per la disponibilità delle palestre, tutto risolto? «Più o meno sì, con la grande disomogeneità: chi è andato in palestra il primo settembre, chi doveva andarci questa settimana. Il tema sanitario è naturalmente primario. Dovesse arrivare una nuova chiusura, chiedo agli amministratori di tutti i comuni di cambiare percorsi di gestione delle palestrei: approfittiamo del tempo a disposizione per rivedere le modalità di assegnazione, gestione e manutenzione».

FOOTBALL E RUGBY

Gli sport con la palla ovale hanno ricevuto direttive fin dalla mattinata di ieri. La Fidaf, federazione che gestisce il football americano ha confermato che l’attività proseguirà regolarmente trattandosi di campionato nazionale. Quindi domenica i Duchi scenderanno regolarmente in campo. Più ampia la nota della Federugby che dà il via libera a tutta l’attività seniores proseguirà regolarmente su tutto il territorio nazionale. Sono pertanto consentiti allenamenti e partite per le società partecipanti alla Coppa ed ai campionati nazionali dal Top 10 alla C2 e alla Coppa Italia femminile, pur avendo – questi ultimi due – carattere regionale. Sono consentiti gli allenamenti e le partite dell’under 18 maschile e femminile ed under 16. Relativamente alle under 14 l’attività al momento si limita agli allenamenti effettuati come da protocollo.

PUGILATO

Match di caratura internazionale e già programmato a porte chiuse. Al momento assolutamente confermato il confronto di venerdì sera tra il nostro Nicola Cristofori e l’ucraino Maxim Prodan, valido per il titolo dei welter Ibf, sul ring allestito per l’occasione al teatro Principe di Milano. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi