Test sierologico gratuito è boom di prenotazioni nel Ferrarese. Si va anche dopo Natale

Il test pungidito in una farmacia

A Tamara il primo appuntamento disponibile è stato fissato al 30 dicembre, ma anche in città le attese sono lunghissime

FERRARA. Iniziato due giorni fa anche nelle farmacie di Ferrara e provincia, che hanno aderito, il test sierologico rapido (e gratuito) detto anche “pungidito” (basta una goccia di sangue) sta facendo registrare un vero e proprio boom di richieste. Tra le 12 farmacie intervistate ieri, i tempi di attesa sono risultati mediamente accettabili, anche se in una circostanza si va anche dopo Natale. È il caso della farmacia di Tamara dopo il primo appuntamento disponibile è stato fissato al 30 dicembre. È sempre richiesta la prenotazione e può richiederla chi ha l’assistenza sanitaria in regione con medico di base o pediatra. Sono le farmacie a comprare i test e segue chiaramente il rimborso da parte della Regione Emilia-Romagna.


Le situazioni di maggiore attesa oltre al record di Tamara c’è anche a Villa Fulvia a Ferrara dove sempre ieri mattina si veniva “rinviati” al 1 dicembre. Molte farmacie del centro storico di Ferrara hanno posto solo nel mese di novembre. Ci sono però anche farmacie in cui i tempi di attesa sono molto ridotti: è il caso della Farmacia Minghini di Argenta, così come la Fiumana di Berra, la Consolini di Porotto e la Santa Rita a Codigoro (1 giorno), e della Farmacia Navarra, corso Martiri della Libertà, a Ferrara (3 giorni). Si va a venerdì alla pasquali di Vigarano Mainarda e a lunedì 26 ottobre alla Trepponti di Comacchio e alla Centrale di Pontelagoscuro. Alla farmacia Marangoni di Argenta, i primi posti disponibili sono a inizio novembre.


Una novità sostanziale arriva dalla farmacia comunale numero 10 di viale Krasnodar, a Ferrara dove, come ieri ha confermato Luca Cimarelli presidente della Holding Ferrara Servizi che controlla anche Afm, tra qualche giorno sarà possibile chiedere e ottenere l’appuntamento automaticamente grazie a un servizio che sta per essere predisposto. Il perché della scelta di inserire una sola farmacia di Afm, lo ha spiegato lo stesso Cimarelli chiarendo che «si è trattato di una scelta logistica per tutelare lavoratori e cittadini. Krasnodar tra l’altro – ha detto ancora Cimarelli – è l’unica struttura dotata di doppio ingresso per separare i clienti da chi si sottopone al test». Afm sta pensando di inserire anche la farmacia Porta Mare per prenotare il test. Ieri almeno un paio di farmacie erano ancora in attesa dei test, mentre altre hanno ricevuto solo in serata i contenitori per i rifiuti speciali.

Va ricordato che il test è riservato alle famiglie degli studenti da 0 a 18 anni, e agli universitari, ma in questo solo al singolo studente universitario. In circa 15 minuti è possibile ritirare, sempre in farmacia, l’esito, che è bene fare poi controllare dal proprio medico.


Come gli esperti ricordano, il test “pungidito” evidenzia la presenza di anticorpi contro le proteine del virus nel sangue del paziente. Dimostra anche se una persona in passato è entrata in contatto col virus, il Covid-19. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi