Ferrara, Fabbri sul Dpcm: ignorare le Regioni è stato un errore

Il sindaco della città: spero che alle parole di Conte seguano subito i fatti

FERRARA. «Ignorare le proposte delle Regioni è stato un grave errore. Regioni che chiedevano di scongiurare quello che nei fatti si configura come un vero e proprio semi-lockdown e di tarare le misure sulla base dei dati epidemiologici di riferimento. Invece, in molti casi, le scelte adottate dall'Esecutivo sembrano prescindere da questi dati». È il commento al dpcm di Alan Fabbri, sindaco di Ferrara. «Ci auguriamo - dice - che alle parole del presidente del Consiglio facciano immediatamente seguito i fatti: confidiamo nelle prossime ore di sapere quali e quanti aiuti saranno previsti, sperando chiaramente che questi siano erogati velocemente e che siano adeguati. Mi riferisco agli indennizzi promessi per le chiusure anticipate imposte a ristoranti, bar, gelaterie e pasticcerie e per gli altri settori colpiti e anche alle misure annunciate dal ministro Spadafora per il sostegno al mondo dello sport, a palestre e piscine costrette alla chiusura».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi