Non vede la coda e finisce contro un’auto Morto sul colpo un 54enne portuense

La vittima è Romeo Menna, a bordo del suo scooter è scivolato sull’asfalto centrando in pieno un’automobile ferma

RIPAPERSICO

L’equipe del 118 ha tentato di rianimarlo, ma ha desistito poco dopo perché le gravi ferite riportate nell’incidente stradale di ieri sera non gli hanno dato scampo. È morto così, praticamente sul colpo, Romeo Menna, di 54 anni, uno scooterista di Portomaggiore che ieri sera ha tamponato un’autovettura ferma in colonna, sulla martoriata statale Adriatica. Si tratta dello stesso tratto di strada che da diversi giorni è al centro di importanti lavori di asfaltatura commissionati dall’Anas. Un rettilineo che, purtroppo, ha causato l’ennesima tragedia stradale e ancora una volta perché la colonna di mezzi fermi è stata vista solamente all’ultimo momento.


l’incidente

Come detto, tutto è successo ieri sera verso le 19; il luogo dell’incidente è poco oltre l’incrocio che conduce all’Amadeus, nel territorio comunale di Portomaggiore. Romeo Menna, 54enne residente a Portomaggiore, persona piuttosto conosciuta in tutto nel Portuense, stava viaggiando in sella al suo scooterone Honda Zz con direzione Ferrara quando, per cause in corso d’accertamento da parte dei carabinieri della stazione di Portomaggiore, ha perduto il controllo del mezzo e, in scivolata, è finito contro un’auto ferma in colonna, assieme ad un camion con il rimorchio. Il conducente della Fiat Punto della Silla, un 54enne di Ferrara, si era accorto dallo specchietto retrovisore dell’arrivo dello scooter, ma essendo fermo in colonna non ha potuto evitare che impattasse così violentemente contro la sua vettura.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, l’ipotesi più probabile è che Romeo Menna, che come detto procedeva in direzione Ferrara, appena si è accorto della colonna di mezzi fermi, ha frenato bruscamente e l’Honda Zz si è messa di traverso sulla strada.

Purtroppo, l’uomo è rimasto incastrato con parte del corpo sotto lo scooter che scivolando per alcuni metri è piombato contro l’auto facendola avanzare di un po’. Pur indossando il casco, l’impatto è stato di tale violenza da generare la morte immediata del 54enne, accertata poi dal personale del 118 dell’ospedale di Argenta.

i rilievi

Sul posto sono sopraggiunti i carabinieri di Santa Maria Codifiume, che assieme ai colleghi di Argenta hanno effettuato con scrupolo i rilievi e gestito l’intensa viabilità anche a quell’ora a senso unico alternato, ponendo anche a terra le necessarie torce per richiamare l’attenzione degli automobilisti in transito. Chi invece e formalmente procederà sull’intero incidente, sono i carabinieri della stazione di Portomaggiore tant’è che, per uno scrupolo in più, è giusto sul posto anche il comandante Pier Paolo Di Tizio. Ai militari portuensi anche il compito di rintracciare i familiari del 54enne per avvisarli di quanto avvenuto. Avvisato il magistrato di turno, è stato disposto il trasferimento della salma alla Medicina legale di Ferrara.

La strada è stata chiusa completamente soltanto per il tempo strettamente necessario per consentire ai mezzi di soccorso di recuperare sia lo scooter che l’auto. —

G.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi