Gli svaligiò il magazzino a Masi Torello, i carabinieri scoprono il ladro

Moto d'epoca in mostra (foto d'archivio)

Maxi furto lo scorso dicembre, sparite anche quattro moto d'epoca. Denunciato un residente della zona e due amici a cui cedette parte della merce

VOGHIERA. A fine dicembre dello scorso anno P.G., 67enne residente a Ferrara, denunciava alla Stazione dei carabinieri di Voghiera di aver subito un furto presso un suo magazzino di Masi Torello. Il pensionato, appassionato di moto d’epoca, riferiva che i malfattori, nella notte tra il 28 e 29 dicembre, avevano asportato varia attrezzatura da equitazione, macchinari per il giardinaggio e anche quattro moto d’epoca (due Moto Guzzi, una Benelli ed una Bianchi), perfettamente restaurate e che custodiva gelosamente nel magazzino.

I carabinieri avviavano le indagini e, a distanza di mesi, riuscivano a individuare l’autore del furto in F.M., 42enne residente nei pressi del magazzino, il quale avrebbe poi rivenduto/ceduto i motoveicoli e il materiale ad altre persone.

L’uomo, vistosi scoperto, ammetteva le proprie responsabilità, indicando un paio di persone a cui avrebbe ceduto parte del materiale asportato. Così anche gli acquirenti venivano denunciati, per acquisto di oggetti di sospetta provenienza.

In particolare a un conoscente l'uomo aveva ceduto un tagliaerba, poi restituito al proprietario, mentre a un altro amico avrebbe ceduto una delle moto, mai rinvenuta. Così sono finiti nei guai anche M.M.M., 53enne, e P.G., 62enne, entrambi della provincia di Rovigo.

La refurtiva è stata solo in parte recuperata e restituita. Sono ancora in corso le indagini per risalire alla destinazione finale delle quattro moto d’epoca.