Contenuto riservato agli abbonati

A Ferrara e Argenta feste di Halloween da pronto soccorso

Ai giardini pubblici di Argenta un minorenne in coma etilico. Sanitari al lavoro a Ferrara per tre giovani che stavano male 

FERRARA. Come passare la serata di Halloween con i locali chiusi? Nessun problema, basta ritrovarsi in piazza o in altri luoghi bevendo gli alcolici presi in precedenza al supermercato. Peccato che i protagonisti degli episodi dell’altra notte a Ferrara e in provincia sono perlopiù minorenni. E così, alcuni di questi ragazzini hanno esagerato nel bere finendo per essere presi in cura dai sanitari del servizio del 118. In particolare, a Ferrara in piazza Ariostea si è verificata una sorta di party all’aperto, con i ragazzi che hanno approfittato della possibilità di parcheggiare l’auto nell’anello di piazza Ariostea e hanno scaricato dal baule gli alcolici che avevano acquisto in precedenza. Il risultato è stato che tre di loro hanno avuto bisogno del soccorso del personale in ambulanza. Sono intervenute le forze dell’ordine perché era stato segnalato anche un ragazzo a terra sotto i portici di piazza Ariostea, ma un volta che ha visto arrivare i militari si è alzato ed è scappato.

IN PROVINCIA


Un altro intervento nella notte per soccorrere un ragazzo che si trovava in un parco a Renazzo, anch’egli ubriaco. Ma l’episodio di abuso di alcol più grave si è verificato ad Argenta, con un minorenne in coma etilico ai giardini di via Matteotti. Il ragazzino è finita sdraiato sulla panchina dei giardini pubblici, con a fianco infermiere e autista del 118 che lo hanno assistito controllando pressione e saturazione. Ma al loro fianco c’erano anche i carabinieri della stazione di Argenta e due soli amici del giovane, gli stessi che mai lo hanno lasciato da solo, chiamando la mamma subito corsa sul posto. Ragazzata del sabato sera ma potrebbe avere dei risvolti in quanto, da ciò che hanno riferito a più riprese ai militari gli unici giovani presenti, il loro amico è stato incentivato a ber. Solo che quel qualcuno non c’era più sul posto una volta che è entrata nei giardini la pattuglia dei carabinieri. E finché 118 e carabinieri sono rimasti sul posto, i ragazzi fuggiti gironzolavano animatamente (e forse preoccupati per quanto successo) tra via Gramsci, via Matteotti e piazza Marconi, senza mascherina. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA