San Martino, perde conoscenza a messa: salvato dal massaggio cardiaco

Provvidenziale intervento di un’operatrice sanitaria che ha rianimato un anziano. Momenti drammatici ieri mattina in chiesa e il parroco ringrazia la soccorritrice

SAN MARTINO. Deve la vita alla tempestività di intervento di un’operatrice sanitaria che in quel momento si trovava al posto giusto e al momento giusto. Un anziano di San Martino ieri mattina ha accusato un grave malore mentre stava assistendo alla messa del mattino delle ore 8.30, provvidenziale per lui è stato l’intervento di una signora che gli ha praticano il massaggio cardiaco, facendolo riprendere in attesa dell’arrivo dell’ambulanza ed evitando così che l’arresto cardiaco potesse avere conseguenze tragiche. Il tutto si è svolto in pochi minuti all’interno della chiesa parrocchiale.

In quel momento monsignor Graziano Donà, che da due mesi ha preso il posto come parroco di San Martino di monsignor Marino Vincenzi, stava celebrando la messa. Al rito dell’offertorio, il sacerdote si è accorto che l’anziano, che era seduto vicino all’altare visto che si era offerto di servire la messa, era rimasto nel banco quasi sopito. Il parroco ha prontamente interrotto la celebrazione eucaristica e contemporaneamente si sono alzati anche il figlio e questa signora per prestargli soccorso. Visto che stava perdendo conoscenza, la donna gli ha praticato un massaggio cardiaco che ha consentito all’uomo di riprendersi. Dopo pochissimi minuti è arrivata anche l’ambulanza con il personale del 118 che ha provveduto a stabilizzare l’anziano e a portarlo al pronto soccorso dell’ospedale di Cona per accertamenti.


«È stata davvero bravissima la signora che lo ha soccorso - ha dichiarato la termine della messa monsignor Graziano Donà - sono qui da poche settimane e non conosco ancora bene i parrocchiani. Vorrei ringraziare pubblicamente questa persona che in pratica ha salvato la vita al nostro parrocchiano». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA