Contenuto riservato agli abbonati

Malborghetto, padre di quattro figli muore a 51 anni per un malore

L’uomo, dipendente dell’Agenzia delle Entrate, si è sentito male in casa. Il dolore dei familiari: «Mai avuto problemi di salute, siamo sconvolti»

MALBORGHETTO. Tragedia ieri mattina a Malborghetto di Boara. Un uomo di 51 anni, Marco Riccio, padre di quattro figli, è morto stroncato da un malore in casa. Riccio, dipendente dell’Agenzia delle Entrate di Ferrara, in questo periodo stava lavorando in smart working e quando si è sentito male la moglie e i figli si trovavano tutti nell’abitazione di via Santa Margherita.

DRAMMA IMPROVVISO


«Nostro padre non era mai stato male prima d’ora, non aveva mai avuto problemi di salute, siamo tutti sconvolti», dicono due dei figli trattenendo a stento le lacrime. Un dramma improvviso e imprevedibile, che ha lasciato un’intera famiglia sgomenta. Erano circa le 9.30 quando Riccio si è sentito male. Poco prima un vicino di casa lo aveva visto nel cortile: uno scambio di saluti, nessuna avvisaglia di quanto sarebbe successo di lì a poco.

La tragedia si è consumata in pochi istanti. Riccio si trovava nella stanza da bagno, dove forse si era diretto dopo aver accusato i primi segnali del malore. Poco prima delle 9.30 uno dei figli ha bussato alla porta: «Dovevo usare il bagno - racconta - ma non appena mi sono avvicinato alla porta ho capito che qualcosa non andava. Sentivo che mio padre stava respirando in modo strano, affannoso. Poi è crollato». I familiari hanno chiamato immediatamente i soccorsi e ora, con il cuore colmo di dolore per un lutto tanto atroce, sollevano interrogativi sui tempi di intervento. «Dal 118 ci hanno detto di provare a fare un massaggio cardiaco in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Abbiamo chiamato la prima volta alle 9.30, la seconda alle 9.47, l’ambulanza è arrivata alle 9.50, forse anche un paio di minuti dopo. Un quarto d’ora più tardi è arrivata anche l’automedica. Un tempo che ci è sembrato interminabile».

L’ARRIVO DEGLI INQUIRENTI

Riccio è stato stroncato da un malore che non gli ha lasciato scampo, lasciando la moglie e i suoi quattro figli nella disperazione. Sul posto, per i necessari accertamenti e per raccogliere la testimonianza dei famigliari, sono arrivati anche gli ispettori della polizia scientifica e gli agenti delle Volanti. Poi il triste trasporto della salma alla Medicina Legale, anche se fin da subito è stata accertata la morte per cause naturali. Increduli e addolorati i vicini di casa. La famiglia Riccio, di origini campane, si era stabilita da alcuni anni a Malborghetto. L’arrivo delle forze dell’ordine ha suscitato apprensione e preoccupazione tra i residenti della via, una strada residenziale costellata di villette e case con giardino. Timori che hanno presto trovato una triste conferma: «Non è possibile, era ancora così giovane, che tragedia», mormorava un vicino, mentre la moglie della vittima si disperava, inconsolabile. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA