Covid, altri tre lutti nel Ferrarese Sono 101 i nuovi contagi, 11 ricoveri

Una delle vittime proveniva dalla Residenza Caterina. Donini da Cona: reggiamo l’urto della pandemia

Il Covid non dà tregua nel Ferrarese e si allunga l’elenco di persone decedute positive al virus. Si tratta di tre donne, di cui una proveniente dalla Residenza Caterina di Ferrara. La signora, 87 anni, è deceduta il 30 o ttobre all’ospedale del Delta, dove era stata ricoverata per altre patologie, e la morte è stata comunicata ieri dal Dipartimento di Salute Pubblica dell’Asl. Il 9 novembre all’ospedale di Cento è morta una signora centese di 96 anni, ricoverata al Santissima Annunziata per altri problemi di salute e infine mercoledì 18 novembre è deceduta a Cona una donna di 77 anni di Cento, sempre con patologie concomitanti.

Su 830 tamponi refertati sono stati trovati altri 101 positivi, di cui 17 sintomatici. In cinque Comuni non ci sono stati nuovi casi di positività: sono Bondeno (su 10 tamponi), Jolanda (un solo tampone), Mesola (su 26), Riva del Po (su 6) e Voghiera (su 6), mentre a Masi Torello non sono stati eseguiti test. Ben 110 i tamponi fatti a Goro, con 12 positivi, mentre a Ferrara su 219 tamponi sono stati riscontrati 40 nuovi contagi.


Undici i nuovi ricoveri a Cona, di cui uno in Terapia intensiva, ma al netto di ulteriori dimissioni la pressione sul reparto intensivo appare leggermente allentata, con 7 posti liberi (sui 23 totali) rispetto ai 4 della precedente rilevazione. Nel complesso però, la disponibilità di letti Covid al Sant’Anna si è assottigliata con un degente in più (96) su 113 posti e 17 letti ancora liberi. Le persone ricoverate sono di Ferrara (8), Copparo (1) e Terre del Reno, oltre a un paziente di Tresignana trasferito in Terapia Intensiva da un reparto di degenza Covid ordinaria.

Crescono i ricoverati anche nei due ospedali Covid della provincia. Tra il Delta di Lagosanto e il Santissima Annunziata di Cento sono rimasti 29 posti liberi (quattro in meno rispetto all’ultimo bollettino), ma la Terapia intensiva del Delta registra un ricoverato in meno. Continuano anche le guarigioni: sono 45 i pazienti con tampone negativo, di cui 20 a Ferrara, 8 a Cento, 3 a Bondeno, Riva del Po e Terre del Reno, 2 a Argenta, Copparo, Poggio Renatico e Voghiera. Altre 545 persone hanno inoltre terminato la quarantena, altre 188 sono invece entrate in isolamento domiciliare.

In Emilia Romagna invece su oltre 22.300 tamponi sono stati trovati 2.533 nuovi positivi, di cui 1.036 asintomatici e dall’inizio della pandemia è stata superato il tetto dei 100mila contagi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero dei tamponi è dell’11,3%, ma l’indice Rt scende a 1,14, calando per la quarta settimana consecutiva.

«Noi continuiamo come sistema regionale ad erogare le prestazioni programmate. Stiamo reggendo l’urto di una pandemia che sta su livelli molto alti di diffusività occupandoci del numero crescente dei malati Covid», ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità in Emilia-Romagna, Raffaele Donini, nel punto settimanale, ieri nella diretta dall’ospedale di Cona. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi