Ferrara, è bastato un post su Facebook ed ecco la città che non c’è più

Tutto è partito da un’idea lanciata sul gruppo social cittadino. Ben oltre mille i commenti per ricordare tutti i negozi ormai chiusi 

FERRARA. Sarà il Natale che s’avvicina, sarà questo mezzo lockdown che la sera ci tiene tutti a casa, sarà che il passato è un bel rifugio quando il presente non offre grandi svaghi... Chissà cosa sarà stato a scatenare così tanti ricordi nei ferraresi. È bastato un post su Facebook, sul gruppo Sei di Ferrara se..., e il social è stato inondato di un passato che non c’è più.

Curioso che tutto nasca da una ferrarese decisamente adottiva. È stata infatti Consuelo Minore, insegnante trapiantata in città ma di origini siciliane mai nascoste, a muovere il primo passo: «Facciamo un gioco per ricordare una Ferrara "diversa". Tutti i negozi, bar, ristoranti, eccetera che non ci sono più e da chi o cosa sono stati sostituiti... Anche recenti...». Ecco, è bastato questo invito, per altro pubblicato quando il sabato sera stava per terminare, ed ecco che una valanga di commenti ha risvegliato ricordi in ben più di una generazione.


Non ponendo limiti di genere, ecco i commentatori passare in rassegna tutti i cinema che hanno chiuso in città, corredati anche da ricordi di pellicole visionate da bambini, per non parlare poi di bar, salumerie, latterie, con le citazioni che si accompagnano ai sapori che li hanno impressi nella memoria. Non potevano mancare, poi, i negozi di giocattoli, che riportano ancora più indietro nel tempo di chi commenta il post: c’è chi affonda con occhi ancora luccicanti nelle memorie di sé bambino, chi lo fa da genitore... E poi, ancora, i grandi magazzini, le catene che non ci sono più: dalla Standa di viale Cavour alla Coindi via Cortevecchia, fino alla Upim di piazza Trento-Trieste.

Come non passare in rassegna anche negozi di abbigliamento e mercerie, con l’indimenticata Pesaro a svettare su tutti, ma anche vetrine più “giovanili”, come il Punto X: chi, tra i cinquantenni di oggi, non si è sentito fiero di girare in piazza con il sacchetto di quel negozio appeso a una spalla... Oltre 1.200, ieri sera, i commenti al post della Minore. Un impagabile viaggio nella memoria di Ferrara.... —

S.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA