Contenuto riservato agli abbonati

Bondeno, troppi assembramenti: il parco urbano chiude a partire dalle 19

Dopo l’ordinanza del sindaco accesso vietato fino alle 6. Segnalata la presenza di giovani e l’accensione di un falò

BONDENO. Parco urbano off-limits, nelle ore serali, per evitare situazioni spiacevoli che possano mettere a rischio la gestione della pandemia, soprattutto tra le fasce più giovani della popolazione. Risiede in questo caposaldo la motivazione dell’ordinanza che è stata firmata nelle scorse ore dal sindaco di Bondeno, Simone Saletti, il quale ha disposto la chiusura del parco urbano dalle ore 19 alle 6 del mattino. «Questa misura si è resa necessaria – dice l’assessore alla sicurezza urbana, Ornella Bonati – dopo che i carabinieri e la polizia locale ci hanno aggiornato di alcune situazioni che andavano risolte, per via della frequentazione del parco fino a tarda ora, senza che vi fosse l’adeguata osservanza delle regole sul distanziamento sociale, l’uso della mascherina, l’igienizzazione delle mani. Vogliamo semplicemente gestire un fenomeno senza farlo diventare un problema di ordine pubblico, agendo sulla prevenzione. Questo, considerando alcuni episodi che hanno convinto l’amministrazione a procedere di conseguenza».

PREVENZIONE E CONTROLLI


Insomma, la corretta gestione della situazione epidemiologica imponeva una stretta, unicamente in relazione ad alcune segnalazioni che i cittadini della zona avevano fatto alle autorità locali.

«Si sono registrati episodi di assembramenti che non era possibile prevenire o reprimere in altro modo – assicura il comandante della Polizia locale dell’Alto Ferrarese, Stefano Ansaloni –. In una circostanza, ci è stata segnalata anche l’accensione di un falò, con lo spargimento di rifiuti e bottiglie un po’ ovunque. Il parco urbano non è uno spazio chiudibile con una porta ed un lucchetto. Prevederne la chiusura alle 19 alle 6 è un modo per intensificare anche i controlli ed evitare forme di assembramento».

Il Comune, momentaneamente, esclude che la misura possa riguardare altri parchi del territorio: «L’ordinanza riguarda solo il parco urbano – spiegano Bonati e Ansaloni –, mentre per i restanti spazi verdi le frequentazioni rimangono vincolate all’uso di mascherine e al distanziamento sociale. Laddove non è previsto portare a spasso il cane, come in prossimità delle attrezzature e dei giochi per i bambini, il divieto rimane tale e quale, come prevede lo stesso regolamento di polizia urbana». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA