Proteste a Masi San Giacomo: «Questo è un paese fantasma, non ci sono nemmeno i negozi»

I residenti criticano l’isolamento e l’assenza servizi: «Non esiste un market e ormai le piccole botteghe sono tutte chiuse» 

MASI SAN GIACOMO. Vivere in tempi di lockdown o, comunque, di forti limitazioni negli spostamenti in un paese dove non c’è più niente è come scalare ogni giorno una montagna.

«Qui a Masi San Giacomo siamo fuori dal mondo – raccontano i residenti –. Non abbiamo un supermercato, ma nemmeno un negozio di alimentari o un fruttivendolo dove poter comprare qualcosa: non è giusto, non è proprio giusto».


Isolati

La frazione conta quasi 500 abitanti, perlopiù anziani e il posto più vicino per andare a fare la spesa, Masi Torello, dista circa tre chilometri. «Ci vuole per forza la macchina, non possiamo fare quella strada d’inverno in bicicletta. Quando ci hanno chiuso per molti di noi è stato difficile, perché comunque dobbiamo dipendere da altre persone che magari non abitano nello stesso Comune».

C’è un negozio di parrucchiere, un falegname ed un ristorante. Per i resto il paese è letteralmente deserto. «Abbiamo la chiesa e il camposanto, quello sì. Possono mai dei giovani venire ad abitare qui? E nessuno a quanto pare si pone il problema. Potrebbero incentivare l’apertura di qualche negozio, di qualche market, perché noi la spesa abbiamo bisogno di farla».

L’appello

I residenti si sono ormai quasi abituati, «fino a prima di questa pandemia ci eravamo quasi rassegnati perché in qualche modo riuscivamo ad avere un contatto con il mondo. Tra figli, nipoti, amici, la spesa arrivava o ci portavano a farla oppure andavamo noi, ecco. Ma quando ci hanno chiuso ci siamo resi conto di essere del tutto isolati: non c’è niente».

In effetti, soprattutto per chi vive solo non è semplice. «Siamo abituati a fare avanti e indietro in bicicletta, ma non di inverno. Comunque la strada per arrivare a Masi Torello è pericolosa, avremmo bisogno di uscire a piedi... La crisi ha ucciso tutti i piccoli negozi. Magari adesso qualche giovane potrebbe azzardare, considerato che dopo quello che è successo avere un punto di riferimento qui in paese sarebbe davvero importante». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA