Copparo. Terzo bando Tari per le attività danneggiate dal Covid

Interventi per 101mila euro. Le domande per i contributi a fondo perduto si possono presentare dal 15 dicembre al 15 gennaio

COPPARO. È pronto il terzo bando Tari del Comune di Copparo a favore delle attività economiche e dei pubblici esercizi del territorio colpiti dalle disposizioni per contrastare la diffusione del Covid-19. Da martedì 15 dicembre al 15 gennaio potranno essere presentate le domande di accesso ai contributi a fondo perduto per il pagamento della Tariffa dei Rifiuti 2020: la somma complessiva a disposizione degli interventi è pari a 101mila euro, dei quali 21mila da residui di edizioni precedenti. Dopo i primi due bandi di luglio e settembre, sarà possibile ricevere una ulteriore tranche di contributi pari all’ultima rata Tari versata; mentre per coloro che non hanno mai presentato istanza o la cui domanda è pervenuta fuori dai termini è prevista una tranche unica comprendente anche le rate precedenti, fino a un massimo di mille euro a rata per singolo beneficiario.

Può presentare domanda di contributo ogni utente Tari (persona fisica o giuridica) che alla data di presentazione dell’istanza risulta titolare di partita Iva per lo svolgimento di un’attività che è risultata temporaneamente sospesa dalle disposizioni normative, con sede legale e operativa nel territorio di Copparo. Non possono, in ogni caso, godere dei contributi le imprese che abbiano in corso contenziosi con il Comune o provvedimenti di accertamento per il recupero di tributi comunali, salva la regolarizzazione entro il termine di scadenza del bando, e che svolgono attività i cui codici Ateco rientravano fra quelli ammessi. Il contributo sarà modulato nel seguente modo: 100% per le attività totalmente sospese a causa di disposizioni ministeriali o regionali, 50% per i quelle parzialmente sospese e 25% per chi abbia volontariamente sospeso l’attività in quanto non in grado di garantire le misure di sicurezza imposte dalla normativa.