Il prefetto di Ferrara sbotta: «Dissennati e irresponsabili»

Nel mirino gli assembramenti nel centro storico durante lo scorso fine settimana. Campanaro non ci sta: «Ho già chiamato il sindaco, servono provvedimenti»

FERRARA. «Dissennati e irresponsabili». Il prefetto di Ferrara, Michele Campanaro, bolla così i comportamenti a cui ha assistito personalmente nel fine settimana, ossia gli assembramenti che si sono verificati nel centro storico cittadino.

La polemica nelle scorse ore ha investito un po’ tutto il territorio nazionale, specie nelle città più o meno grandi, ma Campanaro si preoccupa della sua sede e i comportamenti verificati sono inaccettabile per il rappresentante del governo sul territorio, tanto da indurlo a convocare e presiedere, ieri mattina in videoconferenza da palazzo Giulio d’Este, una riunione tecnica di coordinamento, convocata per fare il punto della situazione sul dispositivo di controllo anti-covid messo in atto nell’ultimo fine settimana nella città di Ferrara. Presenti all’incontro il vicario del questore Federica Ferrari, il comandante provinciale dei carabinieri Gabriele Stifanelli e il comandante provinciale della guardia di finanza Cosimo D’Elia.


NON SOLO GIOVANI

I flussi di persone registrati nelle vie del centro storico di Ferrara nello scorso fine settimana, costituiti non solo da giovani, spesso incuranti del rispetto delle norme sul distanziamento fisico in prevenzione del covid-19, ha sollecitato ripetuti interventi e richiami da parte delle forze di polizia, presenti con un massiccio dispiegamento di uomini e mezzi.

Coronavirus, in centro a Ferrara è assalto ai negozi

«Ringrazio, anzitutto, gli operatori delle forze dell’ordine, perché stanno gestendo con grande impegno e professionalità questa delicata fase di contenimento del contagio, in uno scenario operativo particolarmente complesso come quello di strade e piazze del centro del capoluogo – ha dichiarato il prefetto Campanaro –, letteralmente prese d’assalto nell’ultimo fine settimana. La vicinanza del Natale deve quest’anno sollecitare dentro ciascuno di noi riflessioni molto più profonde, perché il miglior regalo che potremo fare ai nostri cari e a noi stessi sarà quello di tornare a una vita normale. Occorre però che tutti, nessuno escluso, ci impegniamo per evitare che si ripetano comportamenti dissennati e irresponsabili, che nulla hanno a che vedere con lo spirito natalizio; comportamenti come quelli che ho personalmente registrato nello scorso fine settimana qui in centro a Ferrara, che rischiano piuttosto di creare le peggiori condizioni per una nuova impennata di contagi da covid-19».

Intanto, in vista dei prossimi giorni di prevedibile ulteriore afflusso sostenuto di persone per strada, il prefetto ha invitato i vertici delle forze dell’ordine alla rimodulazione del dispositivo di controllo e contenimento del contagio, che dovrà valutare anche l’ipotesi della chiusura di strade e piazze.

LA TELEFONATA

«Ho sentito lunedì il sindaco di Ferrara Alan Fabbri – ha concluso il prefetto Campanaro – e con me ha convenuto sulla necessità d’intervenire per correttivi immediati sulle modalità di gestione degli afflussi nel centro della città. Ne parleremo in occasione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che ho convocato per mercoledì prossimo (domani, ndr), non escludendo sia necessario valutare, alla luce dell’andamento dell’ultimo fine settimana, il ricorso a ordinanze di drastica limitazione di accesso a strade e piazze del centro storico». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA