Influenza, a Ferrara altre 4mila dosi di vaccino: somministrate più di 100mila iniezioni

In provincia confermata l’alta adesione da parte dell’utenza. Massiccia partecipazione anche del personale sanitario

FERRARA. Quattromila dosi di vaccino antinfluenzale sono in distribuzione negli ambulatori dei medici di base della provincia e negli altri siti preposti alla somministrazione. Con questa partita il numero degli utenti immunizzati dovrebbe salire oltre quota 110mila entro la prossima settimana. È l’ultimo aggiornamento dei dati relativi alla campagna di prevenzione avviata in anticipo lo scorso ottobre e giunta ormai alle battute finali (ma l’Asl ha annunciato che le vaccinazioni contro l’influenza proseguiranno anche a gennaio). La curva epidemica si mantiene inferiore a quella delle passate stagioni - come precisa l’Istituto Superiore di Sanità - Solo in Piemonte, fino ad ora, si è registrata una crescita dei casi che comunque colloca il tasso ancora a una certa distanza dai valori tradizionali di picco.

LE SCORTE E GLI ARRIVI


Il tempo, quindi, per proseguire con il piano di prevenzione e immunizzare il maggior numero di persone contro i virus influenzali c’è, mentre purtroppo la curva della seconda ondata di contagi da coronavirus non ha intrapreso la discesa attesa o auspicata. I numeri forniti da Elisa Sangiorgi, responsabile del Servizio Farmacia Asl, annunciano 106mila iniezioni somministrate con la prospettiva di salire a 111mila entro la settimana di Natale.

Le ultime consegne di prodotto all’Asl risalgono a metà della scorsa settimana: 2.297 dosi di Fluarix Tetra arrivate il 9 dicembre, 3.720 di Fluad (per la popolazione più anziana) a Ferrara dal 9 dicembre e 330 di Flucelvax Tetra (per le persone allergiche) fornite all’azienda territoriale il 10 dicembre. Altre 2.280 dosi sono già state ordinate e sono in arrivo. Entro la fine del mese, quindi, il numero dei vaccinati potrebbe salire a 112-113mila, considerando anche le 64mila dosi già distribuite di Fluad (più le 3.720 consegnate nei giorni scorsi), le quasi 43mila di Fluarix Tetra e le 330 di Flucevax Tetra.

IL PERSONALE SANITARIO

Chi nei giorni scorsi si è rivolto al proprio medico di famiglia e ha avuto la risposta “Per il momento siamo ancora sprovvisti” potrebbe trovare il vaccino in ambulatorio entro questa o la prossima settimana. Uno degli aspetti emersi dall’ultima campagna di vaccinazione è l’alta percentuale di adesione da parte del personale sanitario, che a causa dei contatti frequenti con i pazienti può essere veicolo di contagio ma anche target a rischio, cioè esposto alle infezioni.

Negli ambulatori di Bondeno, Codigoro, Cento, Argenta, Comacchio, Lagosanto e Portomaggiore la percentuale di adesioni è stata superiore, in qualche caso anche abbondantemente, al 90%. Solo a Ferrara e a Copparo si è assestata intorno al 73-74%, comunque su un livello molto più elevato rispetto al passato. —

Gi.Ca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA