Molinella, sulla facciata di una casa compare il murale di Maradona

Il murale di Maradona in via Verga a Molinella

MOLINELLA. Un murale di Maradona altro circa otto metri e largo quattro, è spuntato sulla facciata di una delle case popolari di via Verga a Molinella. E adesso il “pibe de oro” guarda dall’alto l’intero paese. L’opera è stata autorizzata dal sindaco Dario Mantovani e, soprattutto, da Acer, proprietaria dell’edificio in questione. «Il tutto è a costo zero – spiegano –, perché sono stati utilizzati colori che erano rimasti e all’opera si sono messi i volontari».

LE REAZIONI


C’è voluta una settimana perché l’opera prendesse forma. «Non avevo mica capito quando hanno iniziato – dice la signora che abita nella casa diventata ben presto la più famosa di Molinella –. Pensavo dovessero effettuare dei lavori, non essendo proprietaria ci è solo arrivata una lettera dicendo che sarebbero arrivati i ragazzi e che avrebbero montato l’impalcatura». Dopo sette giorni, «abbiamo visto Maradona – continua la donna ridendo –. Qualcuno ha protestato, dicevano che sarebbe stato meglio Paolo Rossi... ma a parte che non era ancora morto, penso ci sia altro a cui pensare in questo momento».

C’è solo una cosa che l’inquilina ha messo in chiaro: «Ho detto al sindaco che se per caso iniziano a portare fiori e candele li mando via tutti e quello che trovo lo porto a casa sua». Naturalmente non sono mancate le critiche. «Maradona è un simbolo – ha detto Mantovani –. Potentissimo e universale. Qualcuno ha il ditino alzato perché fuori dal campo non era uno stinco di santo. Se gli italiani dovessero applicare a loro stessi gli standard etico-morali che applicano agli altri, a partire dal vicino di casa, si salverebbero giusto una casalinga di Pozzuoli e un geometra di Vimercate...». —

an.bo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA