Contenuto riservato agli abbonati

Copparo, nuove armi agli agenti della polizia locale: acquistate cinque pistole

Le semiautomatiche serviranno agli agenti solo per difesa. Con equipaggiamento e munizioni costeranno poco più di cinquemila euro  

COPPARO. Il corpo di polizia locale dell’Unione Terre e Fiumi acquisirà cinque pistole ed equipaggiamenti per i singoli agenti. La spesa complessiva è di 5mila e 85euro (Iva compresa) e il fornitore ufficiale, che ha proposto il preventivo migliore, è la ditta La Doppietta di Copparo.

DISARMATI FINO AL 2011


Fino al 2011 i vigili di Copparo operavano disarmati, per decisione dell’allora sindaco Davide Tumiati. La formazione del corpo di polizia locale e una serie di impegni istituzionali più complessi portarono l’allora comandante Carlo Ciarlini a richiedere ed ottenere la possibilità di portare armi in occasioni di servizi particolari (come quelli per il controllo della viabilità, o servizi ai seggi) ma non, per esempio, all’uscita delle scuole. Adesso il servizio armato è praticamente una norma per gli agenti che abbiano la qualifica di polizia giudiziaria, ma solo per legittima difesa.

LEGITTIMA DIFESA

In pratica, gli agenti possono utilizzare le armi in dotazione solo se la loro vita è in pericolo, e non in altre circostanze. L’acquisto di materiali è legato alla necessità di rimpiazzare quelli che nell’uso si sono venuti a danneggiare (alla polizia locale erano state riassegnate le armi e gli equipaggiamenti in disponibilità dei singoli comuni) e a fornire dell’arma il nuovo agente di polizia locale con qualifica di polizia giudiziaria da poco entrato a far parte del Corpo.

LE SEMIAUTOMATICHE

In pratica, saranno acquistate cinque pistole semiautomatiche Beretta modello PX4 Storm calibro 9X21 (560 euro più iva al pezzo). Si tratta di un modello relativamente moderno, con struttura in polimero ed un caricatore (a seconda dei modelli dello stesso, dai 17 ai 20 colpi). In più sono stati acquistate 12 fondine del tipo Ghost III, con bottone di sicurezza per sblocco dell’arma per ridurre l’eventualità di sottrazione della pistola in caso di colluttazioni a 61, 48 più iva al pezzo. Poi 17 portacaricatori Ghost a 9 euro più Iva al pezzo e dodici cinturoni Ghost Bianco in nylon con sottocintura a 60, 68 euro piu Iva a pezzo e dieci scatole di munizioni (10. 66 a pezzo piu iva). La spesa per l’equipaggiamento è riferita al bilancio 2020. —

Alessandro Bassi

© RIPRODUZIONE RISERVATA