Incinta di otto mesi picchiata dal marito ubriaco a Riva del Po

I carabinieri mentre raccolgono la testimonianza della vittima

Pugni e schiaffi davanti ai figli minori: i carabinieri denunciano e allontanano da casa l'uomo

RIVA DEL PO. Orrore in un'abitazione nel Comune di Riva del Po, dove una donna, incinta e arrivata all'ottavo mese di gravidanza, è stata picchiata dal marito, rientrato a casa ubriaco. A porre fine alla violenza, allontanando da casa e denunciando l'uomo, sono stati i carabinieri.

I FATTI

L'episodio, di una gravità inaudita, è avvnuto nella tarda serata dello scorso 15 dicembre. I carabinieri della stazione di Berra e del Nucleo Radiomobile di Copparo sono intervenuti dopo che un uomo, rientrato a casa ubriaco, aveva aggredito la moglie convivente. Il marito violento, incurante dell’avanzato stato di gravidanza della donna, giunta all'ottavo mesedi gestazione, e della presenza degli altri figli minori, la colpiva più volte con pugni e schiaffi al volto, causandole delle lesioni che rendevano necessario l’intervento dei sanitari del 118.

CODICE ROSSO

L’uomo, D.S., quarantunenne di origine slava, è stato quindi condotto in caserma e denunciato per maltrattamenti in famiglia e lesioni, aggravate dall’aver commesso il fatto alla presenza di minori. Il marito violento veniva altresì contestualmente allontanato d’urgenza dalla casa familiare e gli veniva vietato di avvicinarsi a luoghi frequentati dalla persona offesa, a seguito dell’applicazione, da parte dell'autorità giudiziaria, di una misura cautelare urgente, successivamente convalidata dal tribunale di Ferrara.