È scomparso Valentini, a Cento “l’avvocato della Cassa”: «Una perdita dolorosa»

Il ricordo di Ivan Damiano, direttore generale della Cassa di Risparmio

CENTO. Era per tutti “l’avvocato della Cassa”, un grande esperto di codici e leggi in ambito bancario, praticamente da sempre al servizio dell’istituto di credito di Cento, città natale a cui era legatissimo. Roberto Valentini, 60 anni, venerdì si è dovuto arrendere alla malattia che lo attanagliava da lungo tempo.

«Per noi è una gravissima e dolorosa perdita – afferma Ivan Damiano, direttore generale della Cassa di Risparmio di Cento –. Roberto era l’anima legale della banca, aveva un’esperienza di lavoro trentennale e per una quindicina d’anni ha guidato l’Unità legale dell’istituto. Ha seguito tutte le operazioni principali degli ultimi anni, tra cui quella con Popolare di Sondrio. Aveva una grande preparazione, una competenza molto approfondita, tutte qualità che abbinava a quella della estrema riservatezza». Damiano ricorda inoltre l’ex dipendente della Cassa come «un centese doc, innamoratissimo della propria città».


La notizia della morte di Valentini ha fatto subito clamore a Cento, destando un cordoglio generale in chi lo conosceva e lo apprezzava dal punto di vista umano e professionale. «È stato un ottimo collaboratore durante il mio periodo alla guida della Cassa – dice l’ex presidente di Caricento Carlo Alberto Roncarati –, una persona molto efficiente, onesta e molto riservata. I suoi consigli e le sue indicazioni si sono rivelate spesso fondamentali».

Valentini lascia la moglie e due figli, oltre a una sorella, Giovanna, molto conosciuta in quanto docente liceale a Cento. Ancora da fissare la data dei funerali. —

F.T.

© RIPRODUZIONE RISERVATA