Contenuto riservato agli abbonati

Interrogazione alla ministra per la crepa nel ponte sulla Romea fra Porto Garibaldi e Lido Estensi

Maura Tomasi, deputata e vicesindaco di Comacchio, interpella la collega De Micheli: «Servono interventi»

PORTO GARIBALDI. La vicenda del ponte Albani a Porto Garibaldi, che ha visto a partire da giovedì sera interventi urgenti per l’apertura di una crepa nell’asfalto, continua a fare discutere.

«L’ammaloramento del Ponte Albani, che collega Porto Garibaldi e Lido degli Estensi, non riguarda solo la buca che è stata, tempestivamente, riparata ma coinvolge lo stato di questa infrastruttura, pensata quando il traffico veicolare era di tutt’altra natura e per condizioni climatiche che si sono via via intensificate», interviene la deputata Tomasi, vicesindaco di Comacchio.

«Ritengo che una progettazione degli anni ’60 debba essere interessata da un nuovo piano di investimenti perché solo due anni fa l’Anas garantiva che il Ponte non presentasse “alcuna criticità che possa compromettere la stabilità dell’opera” e che nel Contratto di Programma del 2018 si sarebbe valutata anche l’ipotesi di procedere alla demolizione e ricostruzione del ponte, qualora tale soluzione risulti economicamente più vantaggiosa rispetto ad un intervento di manutenzione straordinaria», ricorda la deputata leghista, che s'impegna a portare la questione davanti al ministro competente, «la collega Paola De Micheli». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA