Contenuto riservato agli abbonati

Lacrime per suor Cecilia: ha cresciuto tanti bimbi nell’asilo di Formignana

La religiosa è morta nella sua Verona  

FORMIGNANA. Cordoglio anche a Formignana, dove per tanti anni ha prestato servizio, per la morte di suor Cecilia De Berti. Aveva 78 anni ed è deceduta martedì scorso nella sua abitazione di Verona per complicanze dovute al coronavirus.

La suora orsolina, originaria di Angiano di Verona, per molti anni alla scuola materna parrocchiale del Sacro Cuore ha accudito tantissimi bambini poi diventati adulti e genitori, che a loro volta hanno portato i loro figli nell’istituto. Sempre sotto l’attenta cura e guida di suor Cecilia, amatissima per le sue doti di insegnante oltre che di religiosa. Poi l’ordine delle Orsoline ha lasciato la materna di Formignana e la struttura ora è gestita da educatrici della coop Il Germoglio.


«Una notizia triste»

Ma il ricordo della religiosa è rimasto comunque fortissimo in paese. «Quella della sua morte è stata una notizia triste – dice l’educatrice Marta Mazza –. Negli ultimi anni era stata a Chieti, poi era tornata a Verona. Appena a fine novembre aveva parlato con fra’ Massimo Cavalieri (frate francescano originario di Formignana che opera in Umbria; ndr). Lei mancherà molto a tante persone e famiglie di Formignana».

Suor Cecilia era molto amata anche a Chieti: fino ad agosto 2019 era stata nell’istituto di via Scaraviglia a Chieti Scalo, dove era arrivata 12 anni fa. Poi il ritorno nella sua Verona. Profondo il dolore nella città abruzzese: una santa messa di suffragio sarà celebrata oggi alle 10.30 nella chiesa del Santissimo Crocifisso di Chieti Scalo. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA