Botte al mercato dell’ortofrutta di Ferrara, lite tra commercianti per la fila

Un 28enne rodigino ha aggredito il collega pakistano mandandolo all’ospedale. Intervengono i carabinieri, denunciato d’ufficio per lesioni il giovane negoziante

Si erano svegliati presto, ieri mattina, i due commercianti, per arrivare prima ai banchi del Mercato ortofrutta di via Trenti e comprare la merce. Come sempre, per approvvigionare i loro negozi, uno nel rodigino, l’altro qui in città. Ma ieri mattina la merce l’hanno lasciata sui banchi dell’ingrosso, perchè dopo una furibonda lite, per chi era primo in fila rispetto l’altro, il commerciante rodigino è stato denunciato dai carabinieri per le botte all’altro negoziante, imprenditore pakistano finito in ospedale con prognosi di 21 giorni, per pugni e calci ricevuti.

Erano in fila


Tutto è successo ieri mattina al mercato ortofrutticolo, quando i due erano in fila per l’acquisto di frutta verdura all’ingrosso: al momento di pagare è nato il contrasto: «C’ero prima io», «No tu eri dietro di me». Le parole diventano urla, e poi botte. All’improvviso il commerciante rodigino ha sferatto un pugno in piena faccia all’altro, che caduto violentemente a terra è stato colpito a calci dal suo aggressore.

Indagini sui filmati

Adesso B.F., ventottenne residente nel Rodigino, appena al di là del Po, è stato denunciato d’ufficio per lesioni ed ora a suo carico sono state aperte le prime indagini dei i Carabinieri di Porotto, che dovranno visionare i filmati delle telecamera del mercato per capire meglio le ragioni della lite. E comunque, il torto del commerciante rodigino è palese: quel pugno improvviso usato per redimere il contrasto sulla precedenza al pagamento della spesa. I Carabinieri una volta arrivati al mercato di via Trenti hanno ascoltato le persone ancora presenti e ora dovranno interrogare l’aggressore, mentre il commerciante pakistano in mattinata dopo il controllo al pronto soccorso è stato dimesso.

© RIPRODUZIONE RISERVAT