Ferrara, tre scuole elementari da salvare. Kusiak: quest’anno mancano 100 alunni

L’assessore: siamo impegnati a garantire maggiori servizi. Francolino, Malborghetto di Boara e Villanova sono le criticità  

FERRARA. Nonostante siamo nemmeno a metà anno scolastico, ci si prepara già a fare i conti con l’organizzazione per il prossimo mese di settembre quando, sperando in una situazione migliore sotto l’aspetto epidemiologico, inizierà il nuovo anno scolastico 2021/22. Il 25 gennaio è fissato infatti il termine per le iscrizioni alle scuole elementari e nel comune di Ferrara si presentano ancora alcune criticità, che rischiano di ridimensionare l’attività didattica, soprattutto in alcuni paesi dove la scuole rappresenta una vera istituzione.

L'ASSESSORE KUSIAK


«Per il prossimo anno scolastico - dichiara subito l’assessore comunale alla pubblica istruzione, Dorota Kusiak - partiamo purtroppo da un dato demografico in forte calo. Tra le cinque classi elementari del territoriale risulta infatti un calo di cento bambini».

La cosa potrebbe avere ripercussioni ancora più pesanti rispetto allo scorso anno, quando alcuni plessi non riuscirono a garantire la prima classe e altri persero classi intermedie. Famoso in questo caso il derby che si è giocato tra Malborghetto di Boara e Francolino, quando in un primo tempo si decise di sacrificare la prima classe di Francolini, nonostante un maggior numero di iscritti a vantaggio di quella di Malborghetto. Poi alla fine, anche per un forte interessamento da parte del Comune si optò per una salomonica decisione di avviare in entrambi i plessi di confine le classi prime. Altra questione molto delicata è rappresentata dal plesso elementare di Villanova, una vera eccellenza educativa, ma che il calo demografico delle frazioni ha penalizzato oltre misura, tanto che negli ultimi due anni non è riuscito a centrare l’obiettivo di fare una prima classe.

«PIU' SERVIZI»

In virtù di queste situazioni di criticità l’assessore Kusiak ha assicurato l’impegno dell’amministrazione comunale nell’ambito di competenze. «Garantiremo quei servizi particolarmente importanti per i genitori degli alunni - precisa Kusiak - come il trasporto scolastico e il dopo scuola, contribuendo anche ad aiutare quelle famiglie che hanno un reddito Isee basso».

Le scuole sono importanti da tutelare, soprattutto nei paesi. Villanova risente più di altri del calo demografico e della localizzazione geografica. Per quanto riguarda Malborghetto e Francolino, la loro vicinanza con la città e con la più vicina Borgo Punta, dove sono in funzione due scuole elementari (Manzoni e Sant’Antonio), rappresenta sicuramente un handicap nelle iscrizioni. Ecco perché i servizi hanno un ruolo determinante. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA