A Codigoro per i volontari che curano i gatti tanto lavoro, ma bello

Alcuni dei 70 gattini curati dai volontari a Codigoro

Censite 84 colonie, 270 i gatti sterilizzati e identificati con microchip e 216 cuccioli recuperati, curati, e ceduti successivamente in adozione

CODIGORO. Grande soddisfazione esprime Oipa Ferrara per i risultati ottenuti, nell’ambito della convenzione relativa alla gestione delle colonie feline nel Comune di Codigoro.

«I nostri volontari, in questi primi due anni dei tre previsti, hanno svolto un’enorme mole di lavoro in un territorio molto vasto, dopo che, negli anni precedenti, la nostra gestione, – spiega il coordinatore provinciale Enrico Forlani – per l’attività di cattura e successiva sterilizzazione, era stata effettuata in modo non continuativo. Quello che abbiamo cercato d’introdurre, è stato un approccio organizzato e sistematico – prosegue Forlani –, che ha fornito evidenti riscontri in termini numerici. Sono state censite in totale 84 colonie presenti sul territorio; 270 i gatti sterilizzati e identificati con microchip; 216 cuccioli recuperati, curati e ceduti successivamente in adozione».

Un’attività puntuale e infaticabile quella di Sandro, Sabrina, Patrizia, Gemma, Francesca, Lara, Alice e delle due ultime arrivate Barbara e Desirè, che va di pari passo con la professionalità, l’abnegazione e la disponibilità del dottor Luciano Rossi, veterinario convenzionato con il Comune di Codigoro, e con quelle del suo staff.

«Non da ultimo, rivolgo un doveroso riconoscimento al Comune di Codigoro, alla polizia locale e al sindaco Sabina Alice Zanardi in particolare – conclude Forlani –, che non hanno certo avuto timore di mettere in campo tutte le risorse, per far fronte al problema del randagismo felino, con annessi e connessi vari, oltre ad alcuni interventi in supporto dei volontari sul campo». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA