Altri sei deceduti, due erano ospiti Cra

Lutti a Bondeno, Massa Fiscaglia, Goro, Codigoro e Ferrara. Nuovi casi a quota 128. Regione, calano gli attualmente positivi

Altri sei morti per il contagio Covid e totale di vittime da inizio pandemia nelle strutture ferraresi che supera quota 460. Gli ultimi decessi comunicati, tutti di lunedì, riguardano cinque persone ferraresi e una di Finale Emilia e, ancora una volta, vanno registrati due morti di ospiti di strutture per anziani. La vittima più giovane è un uomo di Bondeno di 75 anni, morto al Delta, il cui ultimo saluto sarà dato domani pomeriggio nella chiesa della città matildea. L’uomo lascia i quattro figli, i generi, la nuora, le nipoti, la sorella e gli altri parenti. Sempre al Delta è morto un uomo di 80 anni di Massa Fiscaglia, il cui ultimo saluto è stato dato ieri pomeriggio. L’anziano lascia la moglie, i quattro figli, la nuora, i generi, i nipoti, la sorella e gli altri parenti. A Cona è morto un uomo di 83 anni di Finale Emilia (per lui patologie pregresse). Al Delta è morta una donna di 88 anni di Goro. Infine, le vittime delle strutture sono una donna di 86 anni di Ferrara ospite della residenza Cra Paradiso morta all’ospedale di Cento e una donna di 97 anni di Codigoro ospite di Villa Glicine a Jolanda di Savoia morta a Cona. Quest’ultima - che aveva altre patologie -, lascia i due figli, la nuora, il genero, i nipoti e gli altri parenti; venerdì pomeriggio l’ultimo saluto nella chiesa di san Martino vescovo.

IL BOLLETTINO


Ieri numeri in lieve calo sul fronte dei positivi, dell’incidenza sul totale dei tamponi (comunque sempre alti) e dei ricoveri. I nuovi casi sono 128, con Comacchio a svettare con altri 44 contagiati, che supera Ferrara (38 casi), gli unici due comuni in doppia cifra. La quota dei positivi sul numero dei tamponi scende al 24,6%, rispetto all’abnorme 44,9% del giorno precedente, ma si tratta pur sempre di un’incidenza assai rilevante: basti pensare che nello stesso giorno in regione, con 1.563 nuovi contagi, il tasso di positività è sceso sotto la doppia cifra.

I guariti con tampone negativo sono stati ieri 85, dei quali 24 a Ferrara e 13 centesi, quindi gli attualmente positivi sono saliti di 43 unità. In isolamento domiciliare sono finite ben 429 persone, delle quali 122 a Ferrara e 78 a Comacchio (ma anche 14 a Terre del Reno e 16 a Fiscaglia), altri 5 in sorveglianza telefonica. Di contro, in 281 hanno potuto uscire dalla sorveglianza e dall’isolamento.

II bilancio dagli ospedali: 4 nuovi ricoverati a Cona (nessuno in Terapia intensiva) a fronte di 2 dimissioni, anche se la pressione sui reparti Covid resta molto alta. Qualche posto in più libero c’è al Delta e a Cento.

Tra il personale del Sant’Anna è stato trovato un nuovo positivo, su 52 tamponi refertati in giornata, e così sono diventati 39 i dipendenti in isolamento (18 ne sono usciti negli ultimi dieci giorni).

in regione

Lo spetto del colore rosso per l’Emilia sembra allontanarsi momentanemente con l’accantonamento ormai probabile del nuovo parametro positivi/popolazione, e anche i dati di ieri erano complessivamente migliori rispetto al weekend. Oltre all’incidenza di nuovi positivi sceso al 9,4%, i guariti sono quasi il doppio rispetto ai casi. Resta elevato il numero dei morti, altri 51, dei quali 9 sono in provincia di Modena.

In prospettiva, comunque, il governatore Stefano Bonaccini non esclude ulteriori restrizioni, per via del trend generale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA