Le rappresentanti dei genitori insorgono contro un papà: «I bambini di Lido Estensi a scuola in presenza»

Scontro aperto dopo la richiesta di chiusura per il timore di contagi

LIDO ESTENSI. Continua a far discutere la possibilità di una divisione tra i genitori degli alunni che frequentano la scuola primaria di Lido Estensi sulla opportunità o meno di chiudere le elementari per timori di contagi da coronavirus.

Dopo la precisazione della dirigente scolastica Maria Gaiani, che ha evidenziato come una sola famiglia stia tenendo a casa il proprio bambino, arriva anche una dura presa di distanza di Piera Buzzoni, Ilaria Cuccu, Ambra Alberi, Alice Guidi e Daniela Girolimetto, rappresentanti dei genitori delle classi della scuola primaria del Lido Estensi, a seguito delle affermazioni del papà di un alunno che frequenta il medesimo plesso scolastico. Questi, lunedì scorso, asserendo di esprimersi a nome proprio e di altri genitori preoccupati, invocava la chiusura delle scuole di Lido Estensi e Porto Garibaldi, per arrestare il dilagare dei contagi registrato in laguna.


POSIZIONE PERSONALE

«Il fatto che un sedicente portavoce di un fantomatico gruppo di genitori abbia invocato il passaggio alla didattica a distanza – dicono in coro le mamme-rappresentanti –, ha suscitato disappunto e forte indignazione. Nessuna delle sue dichiarazioni è vera. Questo signore ha espresso una sua richiesta, assolutamente personale, individuale ed egoistica. La primaria del Lido Estensi, da anni, ha sposato il progetto Senza Zaino ed è orgogliosamente una scuola di comunità. E la comunità non ci sta – incalzano le mamme –. Come comunicato dalla nostra referente covid e dalla dirigente scolastica, e come verificabile dai registri e dalle piattaforme, ben visibili a tutti i genitori, lunedì al suono della campanella gli alunni erano pressoché tutti presenti, ad eccezione di alcune fisiologiche assenze giustificate e di un unico scolaro a casa per il timore di contagi. La comunità delle famiglie del Lido è compatta più che mai: vogliamo che le lezioni continuino in presenza».

PROCEDURE SEGUITE

Rinnovando fiducia nella scuola, concepita come luogo sicuro, non solo per l’educazione e la crescita dei ragazzi, ma anche per il rispetto delle norme anti covid 19, le mamme ringraziano il personale scolastico per gli sforzi che sta compiendo, ma si compiacciono anche per «la bravura dei nostri bambini a seguire tutte le procedure anti assembramento».

«La nostra responsabilità di genitori – vanno avanti le rappresentanti dei genitori della scuola primaria del Lido Estensi – deve esprimersi al di fuori dell’ambiente scolastico, con comportamenti coerenti alla criticità sanitaria del momento e non con queste campagne denigratorie. Abbiamo ritenuto importante far sentire la nostra voce – concludono le mamme –, perché purtroppo ci siamo rese conto che i pochi che alzano la voce e martellano i social con le loro dichiarazioni stanno condizionando le scelte di sindaci e autorità, convinti che siano portavoce di una massa che in realtà non rappresentano affatto». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA