L'Arma rinnova il tributo al brigadiere Sepe

Pur in forma ridotta, celebrazioni in memoria della medaglia d'argento al valor civile

A Copparo la commemorazione del brigadiere Armando Sepe

COPPARO. Nella mattinata di oggi, sabato 16 gennaio, a Copparo ha avuto luogo la solenne commemorazione della tragica scomparsa del brigadiere dei carabinieri Armando Sepe. Il sottufficiale, insignito della medaglia d’argento al valor civile, era caduto in servizio proprio a Copparo il 17 gennaio di 48 anni fa, mentre cercava di arrestare un copparese che aveva assassinato il figlio e tentato di uccidere la moglie. L’assassino poi, datosi alla fuga, aveva riempito la casa di gas, causando l’esplosione della villetta che provocò la morte del militare.

Quest’anno, viste le limitazioni covid, la cerimonia ha avuto luogo in forma ridotta,  con la deposizione di una corona al monumento ai caduti di Copparo, seguita dalla benedizione da parte di don Daniele Panzeri, parroco della chiesa dei Santi Pietro e Paolo, alla presenza del comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Gabriele Stifanelli, del sindaco Fabrizio Pagnoni, nonché da una rappresentanza dei carabinieri in servizio e da alcuni componenti l’Associazione nazionale carabinieri in congedo.