Musica ad alto volume dalle casse della chiesa a Porto Garibaldi: «Il don abbassi un po'»

Sveglia alle sette del mattino e anche il saluto serale delle 20. Il dibattito s'infiamma

PORTO GARIBALDI. Le campane della chiesa di Porto Garibaldi non suonano più: il prete, don Claudio Vanetti, ha deciso di "fare un regalo" ai cittadini, rimettendo in funzione gli altoparlanti della chiesa che alle 7 e alle 20 regalano musica e canzoni. Un buongiorno e una buonanotte decisamente particolari, che possono anche piacere se non fosse che il don, certamente inconsapevole, tiene il volume un po' troppo alto, tanto che il suono arriva nitido sia a Lido Estensi che a Lido degli Scacchi, facendo in modo che siano abitati nei pressi della chiesa.

L'incredulità

«Stavamo ancora dormendo quando abbiamo sentito una strana musica - dicono da via Mentana -. Mai avremmo in mente di arrivare dalla chiesa, vista la distanza, ma in effetti sentivamo bene anche le campane. Solo che eravamo abituati e non ci facevamo più caso». «Mi è venuto un colpo - aggiunge una residente vicino alla farmacia -, un volume a dir poco esagerato. Ho poi mandato mio figlio a parlare con il prete, è tanto buono e bravo però deve abbassare un po'... ma poi cosa sono 'ste canzoni? Io rivoglio le mie campane».

Un po' di allegria 

I pareri sono un terribile il vero contrastanti: «C'è sempre chi si lamenta per tutto. Diremo a don Claudio di abbassare, ma a me tutto questo mette gioia». «Non può abbassare, altrimenti poi quelli lontano non sentono. Meglio se tornano le campane alle 7 e poi partono le canzoncine, almeno siamo contenti tutti», dice un altro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA