Contenuto riservato agli abbonati

Controllore rincorre uomo senza biglietto, colluttazione per strada a Ferrara

L'intervento dei carabinieri per portare il fuggiasco in caserma, poi la denuncia alla Polfer

FERRARA. Era finita da pochi minuti la cerimonia in pompa magna per l’inaugurazione della nuova recinzione installata per la messa in sicurezza del parco-giardino intitolato alla memoria del sindacalista Moreno Incerpi, in piazzetta Toti, che si è verificato un altro episodio spiacevole, quasi per smentire quanti dicono che alla Gad non succede più nulla di sconveniente.

Proprio sullo sfondo del nuovo cancello di piazza Toti, in via Nazario Sauro, il pronto intervento di una pattuglia dei carabinieri che ha intercettato e bloccato uno straniero che aveva strattonato e colpito un controllore del treno.


L’antefatto

Bisogna risalire però con il racconto a qualche minuto prima, quando su un treno diretto a Ferrara un controllore di Trenitalia in servizio ha sorpreso lo straniero che viaggiava senza biglietto e gli ha contestato la mancanza del titolo di viaggio.

Una volta che il treno è arrivato alla stazione di Ferrara e le porte si sono aperte per far scendere i passeggeri, lo straniero ha pensato bene di fuggire dalla stazione.

Inseguito e bloccato

Ma non aveva fatto i conti con la tenacia da mezzofondista del controllore del treno che non si è perso d’animo e ha cominciato ad inseguirlo per i viali adiacenti alla stazione fino ad intercettarlo: da qui è nata la colluttazione per fortuna senza gravi conseguenze e alla fine grazie all’arrivo dei carabinieri, l’uomo è stato caricato in macchina e portato in caserma e dovrà rispondere ovviamente non solo del mancato pagamento del biglietto per salire sul treno. Il controllore poi è stato invitato a sporgere denuncia presso gli uffici della Polizia ferroviaria per quanto è successo.

Bisogna ringraziare la tenacia e la professionalità del controllore che non ha esitato a far rispettare le regole e anche la prontezza dei carabinieri che con tempestività sono riusciti a fermarlo. Hanno poi controllato la sua posizione sulla regolarità del permesso di soggiorno.—

© RIPRODUZIONE RISERVATA