Contenuto riservato agli abbonati

Giovane di Fiscaglia aggredita dall’ex fidanzato che non accetta di lasciarla

Denunciato per lesioni aggravate un 33enne di Ferrara

FISCAGLIA. Una giovane donna aggredita dall’ex che non accettava la fine del loro rapporto sentimentale. È accaduto in un paese del Comune di Fiscaglia e la giovane, spintonata dall’ex fidanzato, un ferrarese di 33 anni, ha subìto anche delle lesioni, che sono state giudicate guaribili in quattro giorni.

È l’ennesimo caso di violenza di genere, un altro sopruso ai danni di una donna per mano maschile. Sabato è arrivata la denuncia per lesioni aggravate da parte dei carabinieri di Fiscaglia nei confronti del 33enne manesco, il quale ora dovrà risponderne davanti al giudice.


La lite e la violenza

Alla base di tutto – anche se va sottolineato ancora una volta che un comportamento del genere non può trovare alcun tipo di giustificazione – ci sarebbe, come detto, la conclusione della relazione tra la ragazza e il 33enne. Lui non se ne capacitava, non riusciva proprio ad accettare di essere stato “mollato”. Fra i due ne è nata una discussione, ma ben presto dalle parole si è passato ai fatti: l’uomo ha strattonato la giovane, causandole lievi ferite, che sottoposte al referto medico hanno accertato una prognosi di quattro giorni.

Codice rosso 

Da qui la denuncia dei militari dell’Arma. Si tratta di un nuovo caso di “codice rosso” dopo i tre per maltrattamenti, stalking e percosse che nella giornata di venerdì hanno funestato la provincia. Introdotta dalla legge 69/2019, è la misura che prevede l’introduzione di una corsia veloce e preferenziale per le denunce e le indagini riguardanti casi di violenza contro donne o minori. Soggetti deboli e da tutelare dalla prevaricazione dei prepotenti. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA