Codigoro, cocaina e contanti in casa: arrestati fratelli spacciatori

I carabinieri hanno trovato droga, bilancini, materiale per il confezionamento e 13mila euro in contanti

CODIGORO. In teoria svolgevano lavori stagionali, in pratica occupavano un posto di rilievo nel giro di spaccio locale e un paio di giorni fa la "copertura" è caduta e i due sono stati scoperti. Sono finiti nei guai due fratelli di 36 e 29 anni residenti nel centro di Codigoro, ma originari del Marocco, perché trovati in possesso di più di mezzo etto di cocaina. I carabinieri di Codigoro si sono presentati a casa dei due con un mandato di perquisizione e, nascosti in diversi punti dell’abitazione, hanno trovato 52 grammi di cocaina, quattro bilancini elettrici di precisione, svariato materiale per il confezionamento in dosi e più di 13mila euro in contanti, ritenuti frutto dell’attività illecita e dunque sequestrati, insieme al resto del materiale e della cocaina. Dopo l’arresto i due sono stati portati in caserma a Comacchio per il fotosegnalamento e gli atti di rito poi sono stati ricondotti a casa agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza al tribunale di Ferrara. Oggi (26 gennaio) il giudice ha convalidato l’arresto dei due fratelli rinviando l’udienza dibattimentale e sottoponendo gli imputati all’obbligo di firma al Comando dell’Arma locale.