Contenuto riservato agli abbonati

Ubriaco e coltello in mano litiga di fronte al bar a Portomaggiore. Poi aggredisce i militari

E' successo davanti al Rudy in via Andrea Costa, protagonista un 54enne: arrestato dai carabinieri

PORTOMAGGIORE. Ubriaco fradicio e armato di coltello, aveva appena scatenato una lite di fronte al bar Rudy. E quando i carabinieri lo hanno avvicinato, lui ha cercato di avventarsi contro di loro, facendo roteare pericolosamente quella lama. Per fortuna nessuno si è fatto male, ma sono stati attimi di paura, quelli vissuti giovedì pomeriggio a Portomaggiore. Nei guai è finito un 54enne tedesco residente nel Ravennate: arrestato, dovrà rispondere davanti al giudice dei reati di resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale, porto abusivo di armi e rifiuto di fornire le proprie generalità.

È stato un cittadino che stava assistendo al trambusto davanti al bar di via Andrea Costa a telefonare alla centrale operativa della compagnia dei carabinieri di Portomaggiore: «Venite, qui c’è un uomo ubriaco armato di coltello», è stata la richiesta di intervento. Una pattuglia è stata mandata subito sul posto, dove i militari si sono trovati di fronte l’uomo che aveva provocato quella animata discussione. Era visibilmente ubriaco e gli hanno intimato di posare il coltello e di riferire la propria identità. Ma lui non ne ha proprio voluto sapere e ha provato ad aggredire i due carabinieri, che però ce l’hanno fatta a bloccarlo e a disarmarlo.


Una volta portato in caserma, quell’individuo fuori di sé è stato identificato grazie alle impronte digitali. Poi l’alcool test: risultato elevato, 1.50 grammi per litro. Il 54enne di nazionalità tedesca è quindi finito agli arresti domiciliari nella sua abitazione, dove rimarrà fino alla celebrazione dell’udienza di convalida e al processo con rito direttissimo che si terrà in tribunale a Ferrara per quella sfilza di reati. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA