Ragazzino di 16 derubato dello smartphone a Porto Garibaldi

La madre chiama i carabinieri: dopo un'ora di ricerche rintracciato il ladro, un 26enne cremonese

PORTO GARIBALDI. Nel pomeriggio di ieri, 9 febbraio, alla centrale operativa dei carabinieri di Comacchio giungeva una richiesta d'intervento da parte di una madre allarmata, la quale segnalava che il figlio sedicenne, mentre si trovava a passeggiare sul litorale, era stato avvicinato da un uomo, che lo aveva derubato del suo IPhone.

Sul posto interveniva immediatamente una pattuglia del comando stazione di Porto Garibaldi, che prendeva contatti con l’adolescente e con la madre, che sopraggiungeva sul posto poco dopo. Il ragazzino forniva ai militari la dettagliata descrizione del ladro, che si era allontanato a piedi, subito dopo il furto.

Diramate le ricerche dell’uomo a tutte le pattuglie, circa un’ora dopo il ladro veniva individuato e bloccato, sempre nella zona, e identificato per F.S., 26enne residente nel cremonese, il quale, a seguito della perquisizione, veniva trovato in possesso dello smartphone del ragazzino. Dopo le formalità di rito e la restituzione del telefonino, l’autore del furto veniva denunciato in stato di libertà alla procura della Repubblica di Ferrara per furto aggravato.