Picchiata e rapinata della borsetta in via Bologna a Cento

Alcuni testimoni chiamano i carabinieri, che allertano l'ambulanza. La donna, una 32enne del posto, non sporge denuncia, ma le indagini vanno avanti

CENTO. La sera di giovedì 11 febbraio, alcuni cittadini dal centro chiamavano allarmati l’utenza di emergenza 112, in quanto era in corso un'aggressione ai danni di una donna, da parte di un giovane che la stava picchiando violentemente in via Bologna.  La centrale operativa inviava immediatamente sul posto una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile e allertava il personale del 118.

Poco dopo giungeva alla stessa centrale operativa una telefonata della donna aggredita, G.M., 32enne centese, la quale riferiva di essere stata picchiata da un uomo e di essere sanguinante. L’ambulanza giungeva prontamente sul posto e trasportava la ferita al pronto soccorso dell’ospedale Santissima Annunziata.

Nel frattempo i militari, giunti in via Bologna, iniziavano a sentire i testimoni dell’aggressione, i quali riferivano di aver notato la lite della centese con un ragazzo sui 20/25 anni, di carnagione scura, forse magrebino, il quale, dopo l’acceso alterco verbale con la vittima, la picchiava violentemente, allontanandosi dal luogo solo dopo averle sottratto la borsetta.

La derubata, sentita successivamente nel locale nosocomio, confermava sostanzialmente ai militari la versione fornita dai testimoni. Dai primi accertamenti risulta tuttavia che le parti si conoscessero e le ragioni dell’iniziale alterco fossero da ricondurre a pregressi dissapori e attriti tra i due. I carabinieri della Stazione di Cent, nonostante la donna non abbia inteso presentare denunce o querele, stanno quindi proseguendo nelle indagini per risalire all’autore della rapina e delle lesioni, nonché ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.