Cinque vittime, Terapie intensive a metà

Tre deceduti provenivano da case protette. I nuovi positivi sono 74. A livello regionale salgono i ricoveri in reparti Covid

Si torna subito a registrare decessi con il Covid, dopo appena una giornata di tregua. Sono cinque le vittime di ieri, tre delle quali erano ospiti di case d riposo, tutte decedute all’ospedale Sant’Anna. A livello regionale sono in aumento i pazienti ricoverati in reparti Covid, uno dei parametri quest’ultimo per decidere il colore della regione, con l’Emilia ancora gialla per tutta la settimana ma a rischio arancione per la prossima. Le Terapie intensive di Cona sono invece piene solo a metà.

LE VITTIME


Tutte persone anziane e tutte le segnalazioni accompagnate da quel “patologie pregresse concomitanti”, i decessi di giornata. Si tratta di un uomo classe 1942 di Comacchio, entrato al nosocomio di Cona il 28 dicembre e deceduto venerdì scorso; tutti di sabato gli altri decessi che hanno riguardato una donna classe 1934 di Ferrara, ricoverata appena il giorno precedente, proveniente dalla Cra Caterina del capoluogo provinciale; un uomo classe 1926, anche lui della città e anche lui ospite della stessa casa di riposo, ma arrivato all’ospedale qualche giorno prima, martedì scorso per l’esattezza. Arrivava invece dalla Cra Santa Chiara, sempre di Ferrara, una donna del 1936 residente a Copparo, che era ricoverata da due settimane: da soli quattro giorni all’ospedale, invece, un uomo del 1930 di Riva del Po.

I TAMPONI

Sono 74 (3 Argenta, 5 Bondeno, 16 Cento, 6 Copparo, 24 Ferrara, 1 Jolanda di Savoia, 1 Masi Torello, 5 Riva del Po, 4 Terre del Reno, 1 Tresignana, 2 Vigarano, 6 fuori provincia) i tamponi risultati positivi su un totale di 705, che porta l’incidenza di positività al 10,5%, quasi la metà del giorno precedente. L’età media dei nuovi positivi è di 42,2 anni e l’infezione si è determinata per tutti da contatto sporadico. Di loro, 59 sono gli asintomatici (rilevati 6 con contact tracing, 2 test per categoria, 51 non noti), 15 i sintomatici. Solo un caso rientrava dall’estero.

ricoverati e guariti

Le persone entrate in isolamento domiciliare sono 187 e 4 quelle entrate in sorveglianza telefonica; per contro sono 236 quelle che ne sono uscite. I ricoveri all’ospedale di Cona sono stati 5, tutti di Ferrara e tutti in reparto Covid (quindi nessuno in terapia intensiva).

I guariti comunicati dal Dsp sono 72 (1 Argenta, 3 Bondeno, 5 Cento, 3 Codigoro, 1 Comacchio, 27 Ferrara, 4 Fiscaglia, 6 Jolanda di Savoia, 1 Masi Torello, 1 Ostellato, 8 Poggio Renatico, 1 Portomaggiore, 3 Riva del Po, 3 Terre del Reno, 2 Tresignana, 1 Vigarano, 2 fuori provincia); quindi il totale degli attualmente positivi in provincia cresce di 2 unità.

I dimessi all’ospedale di Cona nella giornata di ieri sono 2 (1 Ferrara, 1 Cento).

vaccini

Dal 27 dicembre 2020 al 14 febbraio sono state erogate 22.830 vaccinazioni, di cui 13.251 prime dosi e 9.579 seconde dosi. Il 13 febbraio sono state effettuate 71 vaccinazioni, di cui 70 prime dosi e 1 seconda dose.

in regione

In Emilia ci sono stati 41 decessi, di cui 10 a Bologna e a Rimini, dov’è morto un ragazzo di 31 anni. I nuovi positivi sono stati 1.324, al tasso del 7,8%, mentre i guariti sono stati 1.932: quindi gli emiliani attualmente positivi sono in discesa. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 126.183.

© RIPRODUZIONE RISERVATA