Addio a don Mauro nella "sua" Abbazia

In tanti con il vescovo a Pomposa per l'estremo saluto al parroco di Jolanda di Savoia

All'Abbazia di Pomposa l'addio al parroco di Jolanda di Savoia

POMPOSA. Commozione, partecipazione, unione. Potrebbero essere queste le parole con le quali descrivere il funerale del sacerdote don Mauro Benazzi, parroco di Jolanda di Savoia, celebrato nel pomeriggio di oggi nella chiesa Santa Maria Assunta dell’Abbazia di Pomposa.

A presiedere il rito funebre, l’arcivescovo della diocesi di Ferrara-Comacchio, monsignor Giancarlo Perego, che ha concelebrato la funzione religiosa con almeno 20 sacerdoti provenienti da altre parrocchie diocesane. un motivo in più perché i partecipanti ammessi all’interno della chiesanon erano molti, comunque  fino a raggiungere la capienza massima consentita dalle attuali misure di contenimento della pandemia sanitaria. All’esterno, però, era stato installato un amplificatore, per consentire comunque la partecipazione a chi fosse rimasto escluso dall'ingresso nell'Abbazia millenaria: non erano pochi.

Al rito funebre, oltre ai tre fratelli e ad altri congiunti di don Mauro, erano presenti anche autorità civili, tra cui il sindaco di Codigoro, Alice Zanardi. Al termine della funzione religiosa di commiato, in mesto corteo la salma del sacerdote, che per sei anni svolse la propria intensa attività pastorale come parroco di Pomposa, è stata tumulata nel locale camposanto, per suo espresso desiderio. —
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA