Ferrara, torna la grande bellezza: ultimato il recupero del chiostro di San Giorgio

Il lavoro realizzato in questi mesi dalla “Leonardo” con un intervento finanziato con fondi post sisma da 859mila euro  

Ferrara, torna la grande bellezza del chiostro di San Giorgio

FERRARA. Uno dei più significativi esempi di architettura rinascimentale a Ferrara è tornato allo splendore del Quattrocento. Il chiostro all’interno del monastero di San Giorgio, rimasto lesionato con le scosse del terremoto del 2012, è stato sottoposto in questi mesi alle cure dei restauratori che con qualche settimana di anticipo sono riusciti a concludere l’opera di consolidamento e ristrutturazione della struttura a pianta quadrata.

Manca ancora qualche dettaglio aggiuntivo in alcune parti del monastero ma l’obiettivo originale dell’opera di ricostruzione è stato raggiunto con successo, come conferma Francesco Geminiani, rappresentante legale della Leonardo, la ditta che si è occupata del complesso lavoro di restauro.

IL COMPLESSO

«Nonostante le restrizioni avute nel 2020 in materia di cantieri per via del lockdown - spiega Geminiani - siamo riusciti a chiedere con settimane d’anticipo rispetto alla data fissata. Sono stati consolidati i muri e le coperture dell’antico monastero, le fessurazioni sono state tutte sistemate. Ora rimane un lavoro suppletivo di ricognizione che ci è stato chiesto, ma l’opera può finalmente dirsi conclusa con il recupero degli edifici».

Il monastero di San Giorgio e l’antico chiostro hanno ottenuto un finanziamento di 859mila euro. L’aggiudicazione alla “Leonardo” risale al dicembre 2019 con il via libera da parte del segretariato regionale del Mibact per l’Emilia Romagna e della sovrintendenza archeologica, tramite fondi per la ricostruzione. Il monastero è gestito dalla curia arcivescovile, con la chiesa di San Giorgio che ha come amministratore parrocchiale don Franco Rogato. Fino al 2016 la basilica e il monastero collegato avevano la gestione dei padri Olivetani, a Ferrara da sei secoli.

GLI ALTRI APPALTI

Con quello di San Giorgio per la Leonardo si è concluso un importante cantiere per l’azienda di restauro “Leonardo”, molto attiva in questo periodo di ricostruzione in città a Ferrara.I tecnici della stessa ditta sono infatti impegnati in questi mesi nel complesso lavoro di ristrutturazione del duomo cittadino. A pochi metri di distanza sono ancora impegnati nell’opera di risanamento del palazzo arcivescovile anche questo da curare dopo le ferite sui muri e soffitti lasciate dalle scosse di terremoto. Infine, è stato ultimato nel 2019 anche il recupero della basilica di San Francesco, in tempo utile per poter ospitare le funzioni del duomo, dopo la chiusura della cattedrale per inagibilità. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA