Portomaggiore, tentata truffa ma stavolta l’anziana non ci casca

PORTOMAGGIORE. Ennesima tentata truffa ai danni di anziani a Portomaggiore. Mercoledì i “soliti” delinquenti, artefici delle truffe del falso incidente di un parente, hanno telefonato a casa di una portuense di 87 anni e, spacciandosi per l’avvocato del figlio, un uomo informava la pensionata che avrebbe dovuto raccogliere contanti e preziosi per poter pagare la “cauzione” per il figlio, il quale era stato arrestato dopo un incidente stradale. L’anziana portuense non c’è cascata, perché ben consapevole del tipo di truffe che stavano mettendo a segno, anche grazie alla campagna di sensibilizzazione sviluppata dalla compagnia carabinieri di Portomaggiore e così dopo aver riagganciato ha chiamato immediatamente il 112 per segnalare l’accaduto. La stazione di Portomaggiore, supportata dal Nucleo operativo della compagnia, ha avviato le indagini per risalire alla persona che le aveva telefonato. —