Copparo. Picchia la sorella e la insegue con un martello: arrestato dai carabinieri

La donna terrorizzata ha chiesto aiuto al 112 ed è scattato il codice rosso. L'uomo è stato bloccato mentre stava cercando di forzare la porta di casa













COPPARO. Ieri pomeriggio (18 febbraio) i carabinieri  di Copparo  hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale un uomo di 47 anni di origini rumene. L'arresto è stato eseguito attraverso il "codice rosso" dopo che una donna terrorizzata aveva chiesto aiuto al 112 perché il fratello dopo averla picchiata l’aveva rincorsa con un martello. La donna si era barricata in casa ma il fratello stava forzando la porta d’ingresso con una mazza e un piede di porco.

La centrale operativa ha inviato immediatamente  più pattuglie, arrivate sul posto prima che l’aggressore riuscisse a entrare in casa. L’uomo, sorpreso dai militari mentre stava armeggiando con il piede di porco sulla porta d’ingresso, ha reagiva violentemente anche nei loro confronti, brandendo con una mano la spranga di ferro e con l’altra una mazza da cantiere. Dopo un primo tentativo di colpire i carabinieri l’uomo è stato bloccato e arrestato. La donna, dopo essere stata rassicurata, è stata accompagnata al pronto soccorso di Cona dove le sono state riscontrate lesioni guaribili in sette giorni. Non essendo il primo episodio di violenza domestica di cui l'uomo si era reso responsabile, la magistratura ha disposto, in via cautelare, la custodia in carcere in attesa della convalida.