Il Teatro Abbado illuminato per protesta

Il Teatro Abbado illuminato per protesta contro le chiusure dei luoghi della cultura

Questa sera, 22 febbraio, si sono accese le luci per sensibilizzare sulla situazione della cultura. Placido: si lavora a due spettacoli

 FERRARA. Anche il Teatro Comunale ‘Claudio Abbado’ di Ferrara si è acceso - questa sera 22 febbraio - per ‘Facciamo luce sul teatro’, l’iniziativa sollecitata dall’Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo (Unita) che promuove l’accensione simbolica di portici, foyer e sale teatrali - ancora chiusi al pubblico -per sensibilizzare sulla situazione del settore cultura e spettacolo. Ieri il presidente del Teatro Michele Placido ha detto che "il teatro non si ferma" e che, in sicurezza e nel rispetto delle regole, si sta lavorando alla rappresentazione, in piazza Trento e Trieste, della Passione di Mario Luzi, il prossimo 3 aprile, e a un talk a più voci sul ruolo del femminile nella società, a marzo, entrambi con Moni Ovadia.

L'assessore alla cultura Marco Gulinelli, riferendosi all'illuminazione straordinaria del teatro, ha parlato di "omaggio alla città". "Queste  luci - ha detto - rappresentano, come le parole, la poesia, l’arte e la bellezza, bussole per continuare nel cammino di una città che non si arrende".


Questa sera fino alle 20.30, la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara ha quindi aderito all'iniziativa di Unita, illuminando le facciate dell’edificio sia lungo corso Martiri della Libertà che su corso Giovecca, a circa un anno di distanza dal primo provvedimento governativo di contrasto alla diffusione del coronavirus.