Contenuto riservato agli abbonati

Traffico in tilt a Corporeno per i lavori

Riaperta a senso alternato la provinciale 66, lunghe code. E i residenti denunciano: nei giorni scorsi gli automobilisti si perdevano nella campagna

Nuova rotatoria, traffico intasato e proteste a Casumaro

CENTO. Diversi i disagi segnalati da residenti e automobilisti a seguito della chiusura del tratto della Sp 66 all’altezza di Corporeno. Chiuso dal 19 al 22 febbraio per l’esecuzione di nuovo manufatto idraulico nell’impianto del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, oggi e fino alle 17.30 di domani, 23 febbraio, il tratto della provinciale che attraversa la frazione è riaperto con un restringimento della carreggiata e regolazione semaforica.

Tuttavia, le modifiche della circolazione e la deviazione del traffico su un percorso alternativi dei giorni scorsi hanno creato diversi disagi e problematiche per automobilisti e residenti di Corporeno. “Scarse e del tutto insufficienti - rimarcano residenti - in entrambe le direzioni di marcia, le segnalazioni riguardanti la chiusura della viabilità dovuta ai lavori in centro a Corporeno. Non solo i cartelli di avviso non si vedono, perché posti sul ciglio della strada, soprattutto in caso di nebbia, ma tanta gente incurante delle segnalazioni, prosegue fino ad arrivare allo sbarramento della strada. Chi aveva un po’ di contegno, tornava indietro, qualcun altro, e sono stati tanti, hanno preferito deviare sfrecciando per strade di campagna, come via Guadora. Ma essendo uno stradello di campagna, passa una sola auto alla volta".

Ed è così che, sabato, un’autombulanza che andava in direzione di Renazzo, e un’auto in direzione Corporeno, uno dei due è dovuto tornare indietro. Le segnalazioni e gli sbarramenti della carreggiata andavano posizionati molto prima del centro di Corporeno, fin dal ponte di Dosso, è il ragionamento dei residenti, in modo che i mezzi deviassero direttamente su via Canne, come sulla rotonda del Bennet. Senza contare poi chi si è perso, come un addetto al trasporto di sangue che doveva recarsi con urgenza all’ospedale di Cento. "Per fortuna, ci sono stati corporenesi gentili che gli hanno indicato la strada attraverso via Ramedello e via Banche, per evitare il traffico intenso e le lunghe code che si sono formate con la deviazione su via Nuova" è la conclusione dei residenti.