Il gazebo della polizia contro le truffe agli anziani

Volantini e contro i raggiri Covid, e non solo 

L’INIZIATIVA

Non solo prevenzione sanitaria alla Fiera di Ferrara. Ad accogliere i nonni e le nonne anche la polizia di Stato, con un punto di informazioni contro le truffe che, in epoca di pandemia, hanno aggiunto ai già fantasiosi copioni (il finto incidente capitato a un familiare, il controllo di acqua, bollette e libretti pensionistici) anche quelli “a tema Covid” di cui abbiamo avuto purtroppo esempio anche nel Ferrarese: anziani derubati da finti medici che chiedono urgentemente soldi per salvare un parente (quasi sempre un figlio) ammalato di coronavirus.


Quale migliore occasione della “adunata” alla Fiera, ha pensato il questore Cesare Capocasa, per intercettare un alto numero di anziani e metterli in guardia contro questo tipo di raggiri? Ecco dunque un gazebo dove distribuire volantini e fornire consigli utili per non cadere nelle trappole dei truffatori: «I malviventi hanno ora un pretesto in più per tentare di entrare nelle abitazioni e carpire la fiducia degli anziani - ha detto il questore - la Fiera può diventare anche un punto di incontro con le potenziali vittime per cercare di prevenire questi fenomeni inquietanti, veri e propri atti deliquenziali». Non aprite mai la porta di casa a sconosciuti; chiamare subito un parente o il 113; se ricevete una telefonata da persone che non conoscete e vi chiedono del denaro, interrompete subito la comunicazione e chiamate un patente o il 113: queste le raccomandazioni contenute nel volantino distribuito agli anziani».

E sul fronte della prevenzione, è intervenuto il prefetto Michele Campanaro «continuerà il nostro impegno nel controllare il rispetto delle misure anticontagio». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA