Portomaggiore. Violò il lockdown: ora deve chiudere

Il provvedimento è scattato dieci mesi dopo la violazione

PORTOMAGGIORE. Aveva violato la normativa anticovid nel primo lockdown, ora gli è arrivato il provvedimenti di sospensione dell’attività. È successo alla macelleria “Majzara Halal di Afzal Gulfam” di Portomaggiore, di proprietà e gestita dal cittadino pachistano 46enne residente a Ferrara. Il provvedimento di chiusura temporanea è stato emesso dalla Prefettura estense, su segnalazione del Comando dell’arma, che aveva rilevato, il 2 aprile 2020, appunto la violazione delle norme sulle chiusure. L’ufficio del Governo, competente a pronunciarsi sulle violazioni in materia, letti gli atti dei carabinieri, e valutata la gravità della trasgressione, ha disposto la sospensione dell’attività per dieci giorni, provvedimento che è stato notificato al titolare della macelleria ieri mattina. —

RIPRODUZIONE RISERVATA