Contenuto riservato agli abbonati

Provincia: oltre un terzo delle multe non è stato ancora pagato

Le infrazioni al codice della strada e gli illeciti amministrativi vanno a bilancio. Un ammanco tra l’accertato e l’incassato di circa 600mila euro nel 2020

FERRARA. Incassi minori per l’amministrazione provinciale per una contrazione dagli introiti per le sanzioni relative al codice della strada. L’effetto lockdown nei mesi primaverili e anche le successive limitazioni degli spostamenti ha indubbiamente influiti sul computo complessivo delle infrazioni rilevate, anche se sono state ugualmente numerose.

Ma oltre al calo delle infrazioni c’è da fare i conti con l’evasione fiscale dovuta ai mancati incassi rispetto all’importo degli accertamenti.


Proprio in questi giorni per questioni di bilancio, è stata rilasciata una determina nella quale sono contenuti gli importi degli accertamenti, le sanzioni effettivamente incassate e il residuo, le multe ancora non pagate dai contribuenti sanzionati.

Le cifre

Complessivamente nel 2020 sono state accertate circa 20mila contravvenzione al codice della strada per 1,626 milioni di euro. Di queste, secondo i calcoli, ne sono state incassate poco più di un milione con un residuo di 589mila euro. Una cifra che rappresenta il 36,2 per cento dell’accertamento. Secondo i dati della Provincia, nel periodo tra il 1 gennaio e il 31 marzo del 2020 sono state accertate 4.001 sanzioni per eccesso di velocità e infrazioni al codice della strada, per un totale di 239mila euro.

Secondo la “lettura” dei dati della centrale operativa poi girati per il conteggio all’amministrazione provinciale solo nel mese di marzo, le multe hanno totalizzato un incasso di 47.891 euro mentre nei primi due mesi (gennaio-febbraio) la cifra ha toccato quota 191.208: dunque in marzo il crollo è stato del 50%, di contravvenzioni e multe, un quinto rispetto il totale.

L’amministrazione provinciale deve far fronte anche ad un ammanco di introiti dovuti per illeciti amministrativi. In tutto il 2020 sono stati accertati illeciti per 37.521 euro, di questi sono stati incassati quasi 27mila euro. Il residuo è di poco superiore ai 10mila euro è rappresenta il 28,2% degli accertamenti.

Un totale quindi stimato al momento di circa 600mila euro tra l’accertato e il dato realmente incassato.

Cifre che verranno trasmesse al settore bilancio per il visto della regolarità contabile.

Nel frattempo il comando della polizia provinciale continuerà ad effettuare verifiche ed accertamenti in entrata con cadenza mensile sugli importi relativi a sanzioni notificate per violazioni al codice della strada e illeciti amministrativi, nonché provvederà con la medesima cadenza, ad aggiornare gli accertamenti precedenti sulla base dell’aggiornamento dei dati di notifica, pagamento, archiviazione e trasferimento a ruolo. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA