Sabato l’ultimo saluto al barbiere del paese La moglie: grazie a tutti

GALLO. Sabato sarà dato l’ultimo saluto a una delle persone più giovani morte con il Covid nella nostra provincia, Darius Mihai di 45 anni, barbiere di professione originario di Arad, in Romania, ma da una decina d’anni residente con la famiglia nel Comune di Poggio Renatico, lui e la moglie Margareta a Gallo, la mamma nella stessa Poggio.

Darius o Dario, per i tanti amici di Gallo, si era trasferito qui proprio con Margareta, che poi aveva sposato. Aveva rilevato un’avviata attività di barbiere, continuando a lavorare fino a poche settimane fa, quando ha accusato i primi problemi alla respirazione, a causa del contagio. Va detto che il 45enne soffriva anche di altre patologie e aveva subìto un pesante trapianto, ma continuava a vivere normalmente, instancabile al lavoro». Mihai accusò seri problemi di carattere respiratorio a fine gennaio. A un certo punto fu deciso il ricovero all’ospedale Sant’Anna di Cona, era il 26 gennaio. Pochi giorni dopo la situazione si è aggravata, tanto che è stato spostato in Terapia intensiva e martedì 16 febbraio è deceduto, con la notizia che in poco tempo è circolata in tutto il paese, dov’era conosciuto e stimato per la sua disponibilità, cortesia e gentilezza. “Buongiorno. Voglio ringraziare tutti per le belle parole verso mio marito...siete stati tantissimi. Vi ringrazio ancora per esserci stati vicini in questo momento duro” il messaggio scritto dalla moglie sulla pagina Facebook “Sei di Gallo se”.


Mihai, legatissimo al proprio cane e con una grande passione per le auto da corsa, lascia moglie, figli, il padre e gli altri parenti. L’ultimo saluto al 45enne sarà dato sabato, alle 10 direttamente in chiesa a Gallo, poi la tumulazione nel cimitero locale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA