Cento, boom di contagi: Toselli chiude le scuole fino al 14 marzo

In arrivo l'ordinanza del Comune che ripristina per due settimane la didattica a distanza

CENTO. L'impennata dei contagi registrati nelle scuole di Cento «ha indotto il sindaco Fabrizio Toselli, sentite la Regione e l'Asl, ad informare il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica di avere alla firma un'ordinanza di sospensione della didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado (escluse le scuole per l'infanzia), nel periodo dall'1 al 14 marzo prossimi». Ad annunciare la chiusura delle scuole centesi per due settimane è la prefettura di Ferrara, al termine della riunione del comitato. Nel corso della seduta odierna (26 febbraio), si legge poi in una nota, «è stato tracciato il consueto quadro settimanale del trend epidemiologico a livello provinciale, con una curva del contagio che registra un sensibile segnale di incremento, soprattutto nelle fasce più giovani della popolazione».

Nel dettaglio, ad oggi sono 1.531 i positivi in provincia di Ferrara (634 in più rispetto alla scorsa settimana), di cui 1.328 in isolamento domiciliare e 203 ricoverati (di questi, 26 in terapia intensiva). In lieve aumento anche la percentuale dei sintomatici, che sale dal 23 al 24%, a fronte del 76% di asintomatici. In questo quadro, «resta critica la situazione relativa alla pressione ospedaliera sull'intera provincia, con una percentuale di occupazione dei posti letto che tocca l'84% circa, molto vicina allo scenario superiore di rischio massimo, quello 4, suscettibile di peggioramento anche a causa della saturazione delle capienze ospedaliere delle province limitrofe, quella bolognese in particolare».