Ferrara, cerca un prestito di 7mila euro e ne “perde” oltre 33mila

La vittima si è resa conto  che si trattava di un raggiro solo a operazione compiuta. La polizia postale ha indagato e denunciato 6 persone

FERRARA. In qualche modo ha cercato un prestito da 7mila euro, ma, alla fine di questa vicenda che ha dell’incredibile, ci ha rimesso qualcosa come 33mila euro.

È la truffa di cui è rimasto vittima un ferrarese. Alla fine la Polizia di Stato, attraverso indagini non semplici, ha identificato 6 autori, a vario titolo, della stessa truffa, denunciandoli. È stata appunto la Polizia Postale al termine delle indagini ad accertare ciò che era realmente accaduto. Si è arrivati alla identificazione di 5 donne e di un uomo, tutti tra i 50 e i 70 anni.


Il ferrarese ha raccontato alla Polizia quanto patito. E ha dichiarato che 2 anni fa, avendo la necessità di affrontare spese impreviste, era stato contattato da una donna che gli aveva proposto il prestito dei 7mila euro. A quel punto, oltre a proporre un tasso molto conveniente, la donna, spacciandosi per una responsabile di un’agenzia del settore, aveva chiesto all’uomo di effettuare una ricarica postepay di qualche centinaia di euro. Per convincerlo della bontà dell’operazione, la donna ha anche inviato all’uomo la modulistica necessaria per l’attivazione del prestito, poi restituita debitamente compilata e sottoscritta.

Nei giorni successivi, però, si verificavano fatti inattesi: l’uomo riceveva altre email dalla pseudo mediatrice con le quali la donna chiedeva il pagamento di altre cifre di denaro, sempre da effettuarsi a mezzo ricariche Postepay, necessarie per sbloccare il prestito. Spese per non meglio precisate costi burocratici, quali notaio e assicurazione. La donna prometteva al ferrarese che nel giro di pochi giorni dalle operazioni di ricarica avrebbe ricevuto il bonifico dei 7mila euro.

La vittima, nonostante tutto ancora convinto della bontà dell’operazione, ha effettuato i bonifici richiesti, su 6 carte Postepay, ma solo dopo i vari pagamenti, di oltre 33mila euro, senza mai ricevere la cifra richiesta come prestito, percepiva di essere stato truffato e decideva di contattare la Polizia di Stato e sporgere denuncia. A questo punto gli operatori della Polizia Postale hanno iniziato un’attività di indagine che ha permesso di svelare l’incredibile truffa e di denunciarne gli autori. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA