Tre morti e 12 nuovi ricoveri, il covid torna a far male nel Ferrarese

Il tasso d'infetti rilevati con i tamponi sale al 27%. Tre persone in più finiscono in terapia intensiva. Guariti due bambini, il più piccolo è del 2019

FERRARA. Tre vittime aprono il mese di marzo. Decessi avvenuti fra ieri e oggi, martedì 2 marzo, di persone positive al covid. Ma a preoccupare è soprattutto il diffondersi della pandemia, anche con effetti pesanti: 10 i nuovi ricoverati in reparti covid e due i trasferiti in terapia intensiva, assieme a una terza persona che c'è entrata direttamente. Ancora, il tasso di positività dei tamponi, che supera il 27%. Sono numeri che fanno paura, quelli del bollettino emesso dalla sanità ferrarese.

I DECESSI

Si tratta di tre uomini, del primo e del terzo si sa che avevano patologie pregresse, dato non pervenuto per il secondo, tutti ricoverati all'ospedale Sant'Anna di Cona: i primi due sono spirati ieri, uno di Ferrara classe 1946, che era stato ricoverato lo scorso 8 gennaio, e uno di Cento classe 1939, ricoverato da pochi giorni, il 25 febbraio; il terzo decesso è di oggi e la vittima era del 1936, era residente a Riva del Po e si trovava all'ospedale dal 20 febbraio.

I RICOVERI

Dicevamo dei ricoveri. Due persone sono state trasferite da reparti covid alla terapia intensiva, dove è entrata direttamente una terza persona, ma altre 9 sono dovute ricorrere alle cure in regime di ricovero, segno che le loro condizioni non sono affatto buone e, quindi, non consentono la gestione della malattia a domicilio, come accade nella maggior parte dei casi. I 12 ricoverati sono 5 residenti a Ferrara, 2 ciascuno a Bondeno, Copparo e Vigarano Mainarda, 1 di Cento.

LA DIFFUSIONE DEL VIRUS

Sono 87 i tamponi positivi sui 321 analizzati: il 27,1%, un tasso molto alto. I nuovi positivi hanno età media di 42,4 anni; 8 casi sono provenienti da focolai e 79 da casi sporadici. Sono 56 gli asintomatici (28 individuati con il sistema del contact-tracing, 0 da screening sierologico, 2 attraverso screening su specifiche categorie d’interesse, 0 con un test pre ricovero, 26 non noto) e 31 i sintomatici.

QUARANTENE E GUARIGIONI

Sono 478 le persone che nelle ultime 24 ore sono entrate in regime di isolamento domiciliare, 5 in sorveglianza telefonica. Sono stati invece "liberati" in 537, 6 i dimessi dall'ospedale, 207 i clinicamente guariti (doppio tampone negativo). Delle 6 persone dimesse/guarite al Sant'Anna saltano agli occhi i casi di due giovanissimi pazienti: una bimba del 2014 di Casalecchio di Reno e un bimbo addirittura del 2019 di Ferrara.

VACCINAZIONI

Prosegue la campagna vaccinale. Le inoculazioni effettuate a Ferrara ieri sono state 906 (842 prime dosi e 64 seconde dosi), portando il totale vaccinazioni effettuate dal 27 dicembre 2020 a 33.811 (di queste 21.452 sono prime dosi e 12.359 seconde dosi). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA