Un grande edificio di età romana trovato nel territorio di Argenta

Si tratta di una grande novità, il sito è al momento “segreto” E la collaborazione con le scuole prende sempre più piede  

la scoperta

Anche il territorio argentano ha restituito importanti novità. Chiara Guarnieri, funzionario archeologo, dà qualche preziosa anticipazione. In un area poco distante dal centro di Argenta è infatti venuto in luce un edificio di notevoli dimensioni di età romana interpretato come una probabile stazione di posta; dai materiali recuperati durante il primo sondaggio– effettuato nel 2019 – l’edificio ebbe una vita molto lunga (II a. C al VI d.C.) a testimoniarne l’importanza. Sulla base di quanto venuto in luce è stata avviata con il locale Istituto di Istruzione Superiore Rita Levi Montalcini un’attività didattica denominata Argenta romana realizzata in accordo con Istituto beni culturali della Regione, il Comune di Argenta e con il supporto della Soprintendenza. Si tratta di un progetto educativo che vuole far conoscere agli studenti l’attività della ricerca archeologica e sensibilizzarli verso i beni archeologici. Sono attualmente in corso lezioni da parte di archeologi ma anche vere e proprie attività sul campo. Il lavoro della Soprintendenza continuerà poi nella tarda primavera con la prosecuzione delle indagini archeologiche nell’area individuata. Il Comune di Mesola, in accordo con la Soprintendenza, allestirà nel Palazzo Ottagonale di Ariano Ferrarese una sezione archeologica. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA